Vai al contenuto

Acufene: un dispositivo Acufree ci salverà? Scopri cos’è!

acufene

Le orecchie sono sede di molti fastidi, tra cui l’acufene. Milioni di persone ne soffrono, ma potrebbe essere in arrivo una svolta!

acufene

Cos’è l’acufene

Hai mai avvertito quel fastidioso ronzio nelle orecchie, come se ci fosse un suono fantasma che ti tormenta costantemente? Potrebbe essere un acufene, un disturbo dell’udito che colpisce milioni di persone in tutto il mondo.

L’acufene, conosciuto anche come tinnitus, è caratterizzato dalla percezione di suoni come ronzii, fischi o sibili, che non sono causati da fonti esterne. Questi suoni possono variare in intensità e frequenza, ma sono sempre avvertiti dall’individuo come fastidiosi e intrusivi. Secondo l’American Tinnitus Institute, ci sono oltre 200 possibili cause per l’acufene, che vanno dalle condizioni fisiche e anatomiche, alle infezioni virali, agli effetti dell’invecchiamento e persino ai danni uditivi causati dall’esposizione prolungata a rumori forti.

acufene1

Uno studio recente finanziato dalla Comunità Europea ha rivelato che ben 749 milioni di persone in tutto il mondo soffrono di acufene, con circa il 14% della popolazione mondiale interessata da questa condizione. In Italia, si stima che ci siano circa 4 milioni di casi di acufene, un numero significativo che sta crescendo rapidamente. Questo aumento è attribuito a vari fattori, tra cui l’invecchiamento della popolazione, i cambiamenti nelle abitudini di vita e gli effetti collaterali della pandemia da COVID-19.

Ma cosa rende così debilitante l’acufene? Oltre al fastidio fisico derivante dalla percezione costante di suoni indesiderati, molte persone che soffrono di questa condizione sperimentano anche disturbi psicologici come ansia, depressione e difficoltà di concentrazione. Il costante stato di allarme causato dai suoni persistenti può interferire con il sonno, il lavoro e le relazioni personali, riducendo significativamente la qualità della vita.

Le novità per contrastare l’acufene

acufene2

Tuttavia, c’è speranza per coloro che soffrono di acufene. Recentemente, sono stati sviluppati nuovi approcci terapeutici che offrono sollievo dai sintomi e migliorano la qualità della vita dei pazienti. Uno di questi è Acufree, un dispositivo medico innovativo che utilizza una terapia multimodale sincrona per trattare l’acufene. Questo dispositivo, sviluppato da una società italiana dopo anni di ricerca, combina stimolazione acustica personalizzata con onde elettromagnetiche a bassa e alta frequenza per ridurre la percezione dell’acufene e migliorare la plasticità cerebrale.

Gli studi clinici condotti su Acufree hanno dimostrato risultati promettenti, con il 70% dei pazienti che riporta miglioramenti significativi dopo solo tre mesi di trattamento. Questo rappresenta una svolta importante nel trattamento dell’acufene e offre speranza a milioni di persone in tutto il mondo che combattono questa condizione debilitante.

acufene3

2 commenti su “Acufene: un dispositivo Acufree ci salverà? Scopri cos’è!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *