Vai al contenuto

Allarme scarafaggi: cosa fare?

Gli scarafaggi sono insetti sgradevoli, particolarmente attivi e presenti nei periodi estivi, quando il caldo lì fa venire allo scoperto. Purtroppo non vivono esclusivamente per strada, ma sono in grado di infestare anche le nostre case, comportando disagi anche gravi in quanto possono trasmettere malattie, danneggiare la casa e compromettere gli alimenti. Ci sono diverse azioni da compiere nel caso in cui venissero avvistati in casa, perché anche vederne uno solo può essere il preludio a una infestazione molto più ampia. Vediamo insieme cosa fare in caso di allarme scarafaggi.

Identificazione

Prima di poter pianificare il da farsi è importante identificare l’insetto con cui si ha a che fare. Nel caso degli scarafaggi si avrà di fronte un insetto di dimensioni considerevoli, dalla forma piatta e lucida, con antenne molto lunghe e ali grandi e molto sviluppate. Solo quando si ha la certezza che siano effettivamente scarafaggi, si potrà procedere con il piano di azione.

Pulizia profonda

Gli scarafaggi sono attratti dai resti di cibo e dai luoghi umidi, queste sono le condizioni in cui possono proliferare e riprodursi, creando una colonia di dimensioni difficili poi da estirpare. Detto questo, bisogna cercare di mantenere il più pulito possibile gli ambienti della casa, soprattutto bisogna evitare che i resti di cibo restino a terra o sulle superfici come tavoli, piani di lavoro ecc. Una continua pulizia può impedire il ritorno o l’arrivo di altri scarafaggi. A tal proposito è consigliabile che tutti gli alimenti siano conservati in contenitori ermetici e che non ci siano zone umide in casa.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO¡

Riparazioni domestiche

Gli scarafaggi sono particolarmente abili nell’intrufolarsi nelle crepe e nelle fessure, anche di piccolissime dimensioni. Bisogna quindi controllare attentamente la casa e verificare che non siano presento rotture nelle pareti, nei pavimenti o crepe intorno alle tubature. In caso venissero trovare, assicurarsi di sigillarle al meglio. L’acqua è l’elemento più importante nella vita di uno scarafaggio, quindi, così come per le pareti, si andranno a controllare attentamente anche le eventuali perdite di acqua o eventuali ristagni.

Utilizzare trappole e prodotti chimici

Il posizionamento delle trappole per scarafaggi è un’operazione fondamentale, questi dispositivi sono creati con l’intento di catturare gli insetti in modo sicuro, ovviamente ci sarà bisogno di controllarle con frequenza per rimuovere gli eventuali scarafaggi catturati. In alternativa, in commercio ci sono molti prodotti chimici come spray, polveri o gel in grado di eliminare la minaccia degli scarafaggi. In questo caso l’attenzione deve essere posta all’eventuale presenza in casa di animali domestici o bambini in quanto si tratta di prodotti che possono nuocere alla salute se toccati o ingeriti. In ogni caso è consigliabile ottenere prima il parere di un professionista in modo che possa consigliare al meglio in base alla situazione specifica.

Prevenzione continua

Continua dopo gli annunci...

Anche quando l’infestazione sarà sconfitta non bisogna abbassare la guardia, anzi, è proprio questo il momento in cui si deve riporre la massima attenzione a non ripetere gli stessi errori. Si andrà dunque a effettuare una prevenzione continua degli ambienti per evitare il ripetersi dell’infestazione. È molto importante non schiacciare gli scarafaggi, in quanto potrebbero essere portatori di uova che si spargerebbero sul pavimento con conseguenze nefaste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *