Vai al contenuto

Amazon Alexa o Google Home? Quale scegliere e perché? Idea regalo per Natale

Amazon Alexa e Google Home comunemente conosciuti come “smart speaker” o ancor più semplicemente come altoparlanti intelligenti sono due strumenti in grado di recepire i comandi vocali e rispondere alle domande a loro poste. Rispetto al tradizionale motore di ricerca, non è quindi necessario scrivere quello che si vuole cercare: basta semplicemente parlare con l’assistente vocale e attendere qualche secondo per ricevere la risposta.

Entrambi possono eseguire ricerche online, sono ottimi promemoria e sveglie, possono informare sulle condizioni meteo o avviare la canzone richiesta. Allo stesso modo possono essere collegati con altri dispositivi Smart Home a loro compatibili come: condizionatori, elettrodomestici smart, luci o termostati per migliorare l’esperienza all’interno della propria casa.

Qual è allora la differenza tra i due? Quale scegliere e perché? Innanzitutto è bene precisare che per quanto i dispositivi siano simili e abbiano funzionalità comuni, sono tra loro differenti. Amazon Alexa è un assistente vocale intelligente, mentre Google Home è uno smart speaker. Le funzionalità dell’assistente vocale e dello smart speaker sono piuttosto simili e ciò che li differenzia è principalmente il produttore. Ecco le principali caratteristiche.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO¡

Alexa e Google Home: dispositivi a confronto

Alexa è l’assistente vocale creato direttamente da Amazon e si attiva semplicemente pronunciando il suo nome: “Alexa”. La sua applicazione è disponibile per dispositivi iOS e Android e tramite questa è possibile registrare account a cui collegare i servizi da gestire direttamente con Alexa. E’ possibile, infatti, inviare messaggi testuali e vocali ad altri utenti tramite l’applicazione o ad altri dispositivi Echo associati all’account di riferimento.

Da uno sguardo su Amazon per leggere tutte le recensioni su Alexa, cliccando qui.

In questo modo si possono anche effettuare chiamate tra diversi dispositivi Echo o tra due contatti Alexa, ma al momento non è possibile inviare fotografie o video. Nell’ultimo periodo Alexa è stata arricchita con altre funzionalità tra cui il riconoscimento delle voci. In questo è possibile ad esempio personalizzare le risposte in base all’utente che si interfaccia di volta in volta con il dispositivo.

Google Home è uno smart speaker, ovvero un dispositivo capace di collegarsi, grazie alla rete wireless, con gli altri dispositivi presenti in casa. Per attivarlo basta pronunciare delle semplici parole come “Ok, Google” oppure “Ehi, Google”. E’ possibile collocare più dispositivi di questo tipo in stanze diverse e sincronizzarli tra loro. L’app di Google Home è poi disponibile sia su iOS sia su Android, utilissima per gestire l’account di Google, sia sui dispositivi associati e tutti i servizi collegati a Google.

Guarda su Amazon per leggere le recensioni su Google Home, cliccando qui.

Il software presente all’interno, infatti, è realizzato in modo da comprendere i comandi vocali e preparare le risposte proprio grazie al sistema di intelligenza artificiale. Il device è in grado di elaborare risposte diverse in base alle domande a lui formulate e può riprodurre contenuti multimediali di qualsiasi tipo come: gestire i promemoria o l’agenda. Google Home quindi è in grado di interagire con la persona e grazie alla connessione Wi-Fi può trovare informazioni e fornire indicazioni di ogni tipo, comprese le mappe stradali.

Google Home e Alexa: le differenze

Continua dopo gli annunci...

Prima di procedere con l’eventuale acquisto, è bene sapere anche quali sono le differenze sostanziali tra i due prodotti e le loro compatibilità con altri dispositivi in modo da ottimizzare la scelta. In conclusione, non si può non dire che i due articoli non siano entrambi molto validi, hanno diverse funzionalità “intelligenti” e sono davvero d’aiuto per facilitare la vita domestica.

Alexa è un’assistente vocale di alto livello, soprattutto per quanto riguarda le cosiddette funzionalità skills in continuo aggiornamento. Le skills, sono applicazione specifiche appositamente pensate per Alexa, consentono di aumentare le funzionalità del dispositivo e attualmente il catalogo comprende ben 80.000 skills consultabili tramite l’App Alexa o nello Skill Store.

Alexa consente la connessione grazie all’hub Zigbee di Echo Plus ed Echo Studio.

Google non prevede invece un simile protocollo Wi-Fi, utilizzato principalmente nella domotica intelligente e proprio questo che dà al dispositivo di casa Amazon un punto in più.

D’altro canto Google Home è più versatile nelle azioni di ricerca che può eseguire, nel dare risposte alle domande e nel restituire le informazioni acquisite collegandosi in rete. Ciò è sicuramente il punto in più che ha Google Home rispetto ad Alexa.

Quello che può incidere sull’acquisto di un dispositivo piuttosto che dell’altro è dunque l’insieme dei dispositivi già in proprio possesso, la loro compatibilità con Alexa o Google Home e ultimo, ma non meno importante, il budget a disposizione.

Leggi anche: IDEE REGALO FAI DA TE PER NATALE, A MENO DI 20 EURO6!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *