Vai al contenuto

Ti servono idee per arredare una mansarda? Scopri i trucchi per sfruttare al meglio gli spazi!

arredare una mansarda,sfruttare gli spazi

Disposizione degli ambienti: la chiave per arredare una mansarda

Ti servono idee per arredare una mansarda e sfruttare gli spazi al meglio? Non temere! Esistono tante opzioni per rendere accogliente anche le mansarde più piccole.

Lo stile più in voga? Senza dubbio quello scandinavo.  Ma qualsiasi stile va bene, purché tu lo senta tuo! Meglio, però, rimanere fedeli a linee pulite e ricordati: less is more! Continua a leggere e scopri i trucchi per sfruttare gli spazi garantendo comfort e funzionalità.

La cucina a penisola: la soluzione ideale per dividere gli ambienti

Le ultime tendenze moda hanno una parola d’ordine: SPAZIO.

E la disposizione degli ambienti è fondamentale per sfruttarlo al meglio. Il trend, da alcuni anni, è orientato a premiare la creazione di ambienti ampi e luminosi, senza pareti divisorie. In questo modo, anche una mansarda piccola può apparire più grande e accogliente.

arredare una mansarda. trucchi per sfruttare gli spazi. Photocredit mansarda.it
Arredare una mansarda. Trucchi per sfruttare gli spazi. Photocredit mansarda.it

Se la tua mansarda non ha pareti divisorie, puoi organizzare la zona giorno (living, sala da pranzo e cucina) in un unico ambiente, facendo attenzione a trovare la giusta disposizione dei mobili. Ad esempio, per dividere il soggiorno dalla cucina, una penisola potrebbe essere la soluzione migliore. In questo modo potrai disporre i mobili in modo da dividere i due ambienti senza creare una barriera visiva. Sempre parlando di un open space, posizionando la zona giorno nella parte centrale della mansarda, puoi collocare la zona notte (camera da letto, bagno) nell’angolo più riservato della casa.  Per creare un senso di continuità e di spazio, potresti utilizzare gli stessi materiali, colori e decorazioni in tutti gli ambienti, o appoggiarti ad uno stile dominante che richiami le caratteristiche architettoniche della mansarda.

Illuminazione: come ampliare gli spazi e creare atmosfera

La luce è un elemento fondamentale per rendere accogliente una mansarda. Per ampliare gli spazi, puoi creare grandi finestre, anche sui tetti. In questo modo, l’ambiente apparirà più spazioso e la luce sarà il tuo must.

Poiché, però, l’illuminazione è un altro elemento chiave per valorizzare la bellezza di una mansarda e renderla accogliente, oltre alla luce naturale, dovresti prendere in considerazione lampade, applique e faretti che siano adeguati alle dimensioni e alle forme della casa e, in particolare, della zona su cui ti stai concentrando.

arredare una mansarda. trucchi per sfruttare gli spazi. Photocredit assonometria.com
Arredare una mansarda.Trucchi per sfruttare gli spazi. Photocredit assonometria.com

In genere, le mansarde hanno soffitti inclinati e pareti irregolari, quindi è importante utilizzare lampade flessibili e regolabili che permettano di creare effetti di luce interessanti e di sfruttare al meglio gli angoli e i dettagli architettonici.

Per ottenere un effetto suggestivo, è possibile utilizzare faretti a LED posizionati sotto le travi del soffitto, oppure scegliere lampade con sfere di vetro trasparente che creano giochi di luce e di riflessi.

Tende: filtro alla luce e privacy garantita

Le tende sono un elemento importante per rendere accogliente qualunque casa ma, in una mansarda, sono ancora più determinanti perché molto spesso le finestre hanno forme irregolari e sono posizionate in posti dove non c’è possibilità di scuri o persiane.

E anche se la luce naturale è molto importante, a volte è necessario filtrarla per garantire la privacy e filtrare la luce del sole.

Le tende filtranti a rullo sono una soluzione pratica ed efficace per controllare la quantità di luce che entra nella stanza e per creare un’atmosfera intima e confortevole.

Arredare una mansarda. Trucchi per sfruttare gli spazi. Photocredit mansarda.it
Arredare una mansarda. Trucchi per sfruttare gli spazi. Photocredit mansarda.it

Le “veneziane” sono un’alternativa versatile che permette di regolare la quantità di ombra in modo preciso, mentre le tende parasole possono essere la scelta giusta per mantenere la stanza fresca e proteggere gli arredi dalla luce diretta del sole.

In ogni caso, è importante scegliere tende di qualità che si adattino allo stile e alle dimensioni della mansarda. 

Infine, se vuoi creare un’atmosfera accogliente e romantica, potresti considerare l’idea di appendere delle tende a baldacchino sopra il letto. Questo tipo di tende è disponibile in diversi tessuti, tra cui cotone, seta e velluto, e può essere personalizzato con pizzi, ricami o altre decorazioni. Otterrai l’effetto di oscurare solo la parte della casa dove dormi.

Mobili e complementi: cosa evitare e cosa privilegiare nella tua mansarda

Quando si tratta di arredare una mansarda, è importante prestare molta attenzione alla scelta dei mobili e degli scaffali. Di solito parliamo di forme e dimensioni molto particolari e quindi è possibile che alcuni mobili standard non siano adatti; quindi, meglio optare per soluzioni su misura.

arredare una mansarda. trucchi per sfruttare gli spazi. Photocredit assonometria.com
Arredare una mansarda. Trucchi per sfruttare gli spazi. Photocredit assonometria.com

Per quanto riguarda gli scaffali, è importante scegliere quelli che si adattano alle pareti inclinate della mansarda. Gli scaffali a scomparsa sono una buona opzione, perché puoi nasconderli quando non li usi,  liberando spazio nella stanza. In alternativa, gli scaffali a giorno possono essere utilizzati per esporre oggetti decorativi o libri.

Per quanto riguarda i mobili, infine, è possibile utilizzare scrivanie, zone PC e divani nella mansarda ma per quanto riguarda armadi e scaffali potrebbero risultare scomodi e ingombranti se collocati nelle parti più basse. Quindi, sì a cassetti, cassepanche, scaffali lungo le pareti inclinate e vani contenitori nascosti sotto il letto.

Insomma, con questi pochi, semplici accorgimenti renderai la tua mansarda un piccolo angolo di paradiso.

Facile, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *