Vai al contenuto

Castagne: il trucco definitivo per distinguere le buone da quelle marce

castagne buone

E’ arrivato l’autunno! E autunno vuol dire anche CASTAGNE.

Coi primi freddi e le prime piogge, il divano di casa e la copertina di pile, insieme a una buona tisana, ci chiamano a loro come un canto di sirene.

E cos’altro manca alla serata perfetta? Ovviamente loro: le castagne.

Per le strade fanno già capolino le prime caldarroste, e anche i supermercati pullulano di questo fantastico frutto che la natura ci offre.

Se vogliamo acquistare delle castagne per tostarle in casa (o perché no, per preparare dolci e conserve) è necessario sapere quali sono quelle buone. Come? Vediamolo insieme!

Castagne: il trucco per riconoscere quelle buone

In verità non è facile sapere in anticipo se una castagna non è buona.

Ma ci sono delle piccole accortezze da prendere per poterle riconoscere. Vediamo cosa dicono gli esperti a tal proposito.

Da leggere: 4 trucchi infallibili per conservare le castagne fino ad un anno

Riconoscere le castagne buone: i trucchi perfetti

Le castagne devono essere lucide e con la buccia uniforme: una buccia opaca è indicatore di una buccia “vecchia”, in questo caso meglio rinunciare a prenderle.

Devono inoltre essere prive di buchi.

Inoltre, oltre alla vista, un altro dei nostri sensi può venirci in aiuto: il tatto.

Una buona castagna è soda e il suo guscio è liscio e compatto, senza rughe.

Prendiamo allora una castagna, e proviamo a premere un pochino per schiacciarla. Se non scricchiola o non ci sono parti molli, allora il frutto è buono.

Se invece si sentono parti molli, significa che ci sono intercapedini all’interno della polpa, e questo lascia spazio a batteri che causano marciume al suo interno.

Infine, il trucco ultimo prima di aprirle, per evitare brutte soprese, è quello della bacinella d’acqua.

Si tratta del metodo definitivo e semplicissimo per separare le castagne buone da quelle marce.

Le castagne più buone, infatti, una volta immerse in una bacinella d’acqua, scenderanno sul fondo della bacinella, mentre quelle marce rimarranno a galla.

Questo è il piccolo trucco degli intenditori, ed è anche quello che tra i trucchi è il più sicuro, collaudato, e certo. Assolutamente da provare!

Da leggere: Il trucco infallibile per distinguere le castagne matte da quelle buone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *