Vai al contenuto

Intestino irritabile, cosa mangiare e cosa evitare per stare bene!

Avete sentito parlare della sindrome dell’intestino irritabile? Avete qualche amico o parente che soffre di questo disturbo fastidioso? Poiché è un problema che interessa una grossa fetta della popolazione (dal 3,5 al 5%), oggi vogliamo dedicare un po’ di spazio a questo disturbo che, nonostante sia insidioso e cronico, ha i suoi rimedi.

In che cosa consiste la sindrome dell’intestino irritabile?

La sindrome dell’intestino irritabile, che una volta veniva definita “colite spastica”, “colon irritabile” o “disturbo funzionale intestinale”, è un disturbo dell’asse cervello-intestino che si presenta tipicamente con un dolore addominale, che migliora dopo l’evacuazione, associato ad alterazione della funzione intestinale, che si manifesta con stipsidiarrea o un’alternanza delle due. Tale disturbo determina un ampio ventaglio di sintomi, che hanno un impatto negativo sulla qualità della vita. 

I sintomi dell’intestino irritabile

Chi soffre di sindrome dell’intestino irritabile spesso presenta anche sintomi di natura extra-intestinale, come: emicrania, ansia, depressione, fibromialgia, sindrome da fatica cronica, cistite, problemi nella sfera sessuale.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO¡

In ogni caso si tratta di una malattia benigna, che non porta allo sviluppo di tumori e non è quindi correlata al cancro del colon-retto.

Per alleviare i sintomi, un dieta adeguata

Per alleviare i sintomi, è importante seguire una dieta adeguata, che eviti gli alimenti che possono irritare o fermentare nel colon. Ecco alcuni consigli su cosa mangiare e cosa evitare in caso di colon irritabile:

  1. Preferite i cibi ricchi di fibre, come frutta, verdura e cereali integrali. Le fibre aiutano a regolarizzare il transito intestinale e a prevenire la stitichezza. Tuttavia, non esagerate con le fibre, perché possono causare gas e gonfiore. Inoltre, scegliete frutta e verdura con poche bucce e semi, che sono difficili da digerire. Ad esempio, mangiate banane, kiwi, carote, zucchine, spinaci e riso integrale;
  2. Evitate i cibi grassi, fritti, speziati, alcolici e caffè perché possono stimolare la contrazione del colon e aumentare il dolore e la diarrea. Inoltre, possono irritare la mucosa intestinale e favorire l’infiammazione. Ad esempio, evitate salumi, formaggi stagionati, salse piccanti, vino e birra;
  3. Limitate i cibi che contengono zuccheri semplici o alcolici che possono fermentare nel colon e produrre gas. Questi cibi sono chiamati FODMAP (Fermentable Oligo-saccharides, Disaccharides, Monosaccharides and Polyols) e comprendono fruttosio, lattosio, sorbitolo, mannitolo e xilitolo. Si trovano in molti alimenti come miele, dolcificanti artificiali, latticini, frutta secca, legumi e alcuni tipi di frutta e verdura. Ad esempio, evitate mele, pere, anguria, cipolle, aglio e cavoli;
  4. Bevete molta acqua naturale per idratare il corpo e facilitare l’eliminazione delle feci. L’acqua aiuta anche a diluire le sostanze irritanti presenti nel colon e a ridurre l’infiammazione. Dovreste bere almeno 2 litri di acqua al giorno, preferibilmente lontano dai pasti. Evitate le bevande gassate o zuccherate che possono causare gonfiore e acidità;
  5. Seguite una dieta varia ed equilibrata che includa tutti i gruppi alimentari: carboidrati complessi (come pane integrale o pasta integrale), proteine magre (come carne bianca o pesce), grassi insaturi (come olio extravergine di oliva o frutta secca), vitamine e minerali (come frutta e verdura fresche). Questo vi aiuterà a nutrire il vostro organismo e a rafforzare il vostro sistema immunitario. Inoltre, cercate di fare pasti regolari e moderati per non sovraccaricare l’intestino.

Rimedi naturali facili da trovare e da applicare

Continua dopo gli annunci...

Ci sono alcuni rimedi naturali che possono aiutare a alleviare i sintomi dell’intestino irritabile, come il dolore, il gonfiore, la diarrea o la stitichezza. Tra questi rimedi, possiamo citare:

  1. Lo zenzero, che ha proprietà antinfiammatorie, digestive e antispasmodiche. Aiuta a ridurre i gas intestinali e i crampi, stimola la motilità intestinale e protegge la mucosa del colon. Il vantaggio è che potete consumarlo fresco, in polvere, in capsule o sotto forma di infuso;
  2. La menta piperita, una pianta aromatica che ha proprietà antinfiammatorie, antisettiche e rilassanti. L’olio essenziale di menta piperita riduce i gas intestinali e i crampi, allevia il dolore e favorisce la digestione. Potete assumerlo sotto forma di gocce, capsule o infuso;
  3. La melissa, una pianta officinale che ha proprietà calmanti, sedative e antispasmodiche. Aiuta a rilassare i muscoli del colon, a contrastare l’ansia e lo stress che possono aggravare il disturbo e a migliorare l’umore. Potrete assumerlo sotto forma di tintura madre, capsule o infuso;
  4. Il finocchio, una pianta erbacea che ha proprietà digestive, carminative e antinfiammatorie. Aiuta a eliminare i gas intestinali e il gonfiore, a prevenire la stitichezza e a sfiammare il colon e si può consumare fresco, in polvere, in capsule o sotto forma di infuso;
  5. L’aloe vera, una pianta succulenta che ha proprietà cicatrizzanti, emollienti e depurative e che aiuta a riparare la mucosa intestinale danneggiata, a lubrificare le feci e a favorire l’eliminazione delle tossine. Consumatela sotto forma di succo o gel da bere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *