Vai al contenuto

Come proteggere le orchidee quando fa freddo

orchidee

Le orchidee sono fiori eleganti e sofisticati. Ormai sono diffusissime nelle nostre case, soprattutto la varietà Phalaenopsis. Erroneamente viene reputata una varietà floreale delicata e di difficile coltivazione. Seguendo alcune regole soprattutto per quanto riguarda l’umidità, le orchidee prospereranno a lungo. In inverno però occorre avere qualche accorgimento in più.

Quale temperatura tollerano le orchidee?

Le orchidee riescono a tollerare temperature fino ai 13 gradi, al di sotto né risentono. Quindi se in estate siamo abituati a tenerle sul poggiolo durante la giornata o metterle sul davanzale con la finestra aperta, in inverno “nessuna uscita di casa” è autorizzata.

La posizione ottimale in inverno sarebbe davanti ad una finestra ma sono da evitare le finestre poste sopra ad un termosifone. Inoltre se le piante si trovano vicino ad una porta finestra che apriamo spesso, potrebbero risentire delle correnti d’aria fredda.

A proposito di termosifoni o di altri sistemi di riscaldamento, come il camino, sappiamo che questi ultimi tendono a seccare l’aria. L’orchidea necessita di un buon grado di umidità pertanto dovremo badare alla corretta irrigazione.

Da leggere: Cosa non mettere mai nel compost: da evitare assolutamente!

Ogni quanto va bagnata l’orchidea in inverno?

Preferibilmente ogni 10 giorni ma non con un’irrigazione diretta. Mettiamo il vaso in un catino con 4 dita di acqua e lasciamo che la pianta si idrati per 15 minuti. Poi asciughiamo il vaso e riportiamolo dove posizionato. Come noto poi in inverno non si concima.

Si può rinvasare l’orchidea in inverno?

Il periodo migliore sarebbe appena terminata la fioritura ma se notiamo che le radici tendono a uscire troppo dal vaso allora sarà meglio procedere.

Quest’operazione andrebbe svolta almeno una volta all’anno rinnovando vaso e terriccio. I vivaisti lo consigliano perché un terriccio vecchio potrebbe portare al marciume radicale, trattenendo troppa acqua. Si procede quindi mettendo il nuovo terriccio in un contenitore, innaffiandolo. Lasciamo riposare per una giornata. Nel frattempo togliamo l’orchidea dal vecchio vaso e liberiamo le radici aggrovigliate. Non ci resta che posizionare la pianta al centro del nuovo vaso e colmare con il terriccio. Dovremmo picchiettare più volte affinché la terra raggiunga tutti gli interstizi fra le radici.

Voilà la nostra orchidea è pronta per l’inverno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *