Vai al contenuto

Come pulire casa dopo il covid: cosa fare e cosa no

pulire casa dopo il covid

Voi o un vostro parente avete avuto il covid e ora volete sapere come pulirla per evitare contaminazioni? Siete nel posto giusto. Ve lo spieghiamo noi.

Quanto sopravvive il virus sulle superfici

Il virus sopravvive sulle superfici fino a 3 giorni. Secondo la ricerca, all’aria resiste fino a 3 ore in stato nebulizzato.

Questo significa che, in una stanza in cui è stato un infetto, il virus sopravvive fino a 3 ore da quando quella persona è uscita dalla stanza, mentre sulle superfici che ha toccato, su cui ha dormito, dove si è seduto, resiste fino a 3 giorni.

Precisamente 72 ore su plastica, 48 su inox e altre superifici.

E’ bene dunque disinfettare le superfici e arieggiare i locali.

Leggi anche: Pulizie di primavera: i 5 consigli delle esperte!

Come disinfettare a fondo

Ecco i principi da seguire per evitare contaminazioni

Dormire separati dai pazienti

E’ buona cosa che il membro della famiglia con infezione da covid 19 si trasferisca altrove, o cumunque abbia una stanza riservata con il proprio bagno personale. Se non vi è più di un bagno a casa, chi è affetto da covid è bene che disinfetti il bagno a ogni utilizzo.

Arieggiare le stanze

Ventilare spesso gli ambienti di casa, all’aria aperta il covid non sarà mai attivo come in una stanza al chiuso.

Non dimenticate di disinfettare anche gli altri oggetti e superfici

E’ importante disinfettare tutti gli oggetti che il malato ha toccato sia prima di scoprire della positività che durante la malattia.

Cellulari, telecomandi, ripiani, termometri con cui è venuto a contatto potrebbero essere stati contaminati. Perciò tutti gli oggetti vanno disinfettati attentamente. Fate attenzione a non toccarvi il viso o gli occhi dopo aver toccato gli oggetti in questione.

Lavaggio degli indumenti

Gli indumenti del paziente devono essere lavati in carichi a parte, a una temperatura di almeno 60°C.

Altri oggetti che non possono esser disinfettati

Può capitare che il paziente abbia toccato oggetti che non possono essere lavati o che non è opportuno vengano disinfettati poiché le loro parti elettroniche potrebbero essere danneggiate.

In questo caso mettete tutto “in quarantena” in una scatola o in una stanza isolata dal resto della casa.

Con questi piccoli accorgimenti, in linea di massima e molto difficile infettarsi e presto si potrà tornare alla normalità.

In commercio esistono delle salviettine igienizzanti, con alcool o con candeggina, che vi aiuteranno a disinfettare senza fatica e senza risciacquo. Si possono trivare su Amazon a buon prezzo, cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *