Vai al contenuto

Come pulire un capo in pile (fleece) senza rovinarlo

fleece

In inverno i capi in pile sono veramente un must: leggeri, caldi, comodi; come farne a meno? In casa, in montagna, anche all’aperto, le maglie in pile sono sempre una soluzione perfetta. Ma, la domanda è: si rovinano facilmente? Bisogna dire che il pile è un tessuto sintetico molto morbido e caldo, ma richiede alcune precauzioni per mantenerlo in buone condizioni. Vediamo come fare per lavare  un capo in pile senza rischiare di danneggiarlo. Siete pronti? Guardate questo post!

fleece
fleece

Lavare un pile rispettando il tessuto

Prima di lavare il pile, controllate sempre l’etichetta del capo per seguire le istruzioni del produttore e fate affidamento a quanto vi viene indicato. Se potete, lavate il pile a mano con acqua fredda e un detersivo delicato, come il sapone di Marsiglia. Strofinate bene le zone più sporche, come il collo, le ascelle e i polsi. Lasciate il capo in ammollo per 20-30 minuti e poi risciacquatelo con acqua pulita.

Se preferite lavare il pile in lavatrice, mettete il capo al rovescio in un sacchetto di rete e usate un programma delicato con acqua fredda o tiepida. Non usate ammorbidenti o candeggine, che rovinano le fibre del tessuto. E aggiungete un cucchiaio di bicarbonato di sodio per eliminare i cattivi odori. Non ve ne pentirete.

Al momento di asciugare il pile, stendetelo all’ombra e non usate l’asciugatrice, che potrebbe infeltrire il tessuto. Evitate anche di appendere il capo alle grucce, che potrebbero deformarlo. E soprattutto, per evitare la formazione di pallini sul pile, evitate di sfregare il capo con altri tessuti, soprattutto quelli in cotone. Usate in caso un rasoio elettrico o una spazzola apposita per rimuovere i pelucchi.

Come fare quando si lava il pile in lavatrice

Se decidete di lavare il pile in lavatrice dovrete tenere conto di alcuni accorgimenti, anche se non è difficile trovare il modo corretto per renderli come se fossero nuovi. Vediamo alcuni trucchetti che potete adoperare:

  1. Lavate i capi in pile in lavatrice solamente con capi della stessa tipologia di consistenza e di colore; evitate ad esempio di lavarli assieme a degli asciugamani di cotone, in quanto sul pile andrebbero poi tutti i pelucchi del cotone, che sono assai difficili da rimuovere;
  2. Lavate i capi in pile al rovescio chiudendo prima tutte le zip;
  3. Mettete il capo in pile in un sacchetto di rete, come avi abbiamo indicato al paragrafo precedente;
  4. Impostate un ciclo di lavaggio delicato, lasciando quindi riempire il cestello a metà con acqua che non sia a una temperatura troppo elevata;
  5. Utilizzate un detergente delicato (Marsiglia);
  6.  La centrifuga non deve superare 1000 giri;
  7. Non asciugate nell’asciugatrice;
  8. Fate asciugare i capi in pile all’aria, evitando però il contatto diretto con i raggi solari:
  9. Evitate di lavare il capo in pile troppo spesso al fine di evitare la formazione dei pallini, soprattutto in alcune zone, come gomiti, avambraccio e fianchi. Se dovessero comunque formarsi è possibile rimuoverli utilizzando il rotolo adesivo, quello che si usa di solito per togliere i peli dai divani o dai vestiti.

Il pile e la microfibra sono due tipi di tessuti sintetici che hanno diverse caratteristiche, pregi e difetti. Ecco alcune differenze principali tra i due:

Il pile e la microfibra: le differenze

Se vi domandate qual è la differenza tra il capo in pile e in microfibra, ecco che vi accontentiamo. Di fatto, il tessuto non è uguale, anche se al tatto potrebbe sembreare. Vediamo le differenze:

  • Il pile è un tessuto poliestere che ha una superficie morbida e pelosa, simile alla lana. E’ molto caldo, leggero, resistente e asciuga velocemente. Tuttavia, il pile non è molto traspirante, tende a formare dei pallini e può rilasciare delle microplastiche nell’ambiente.
  • La microfibra è un tessuto composto da fibre molto sottili di poliestere, poliammide o polipropilene. La microfibra è molto morbida, liscia, lucida e facile da lavare. Inoltre, ha un buon potere assorbente e pulente. Per contro, questo tessutoa non è molto isolante, può causare allergie e irritazioni alla pelle e anch’essa può inquinare l’ambiente con le microplastiche.

In conclusione, il pile e la microfibra sono due tessuti sintetici che si adattano a diverse esigenze e usi. Il pile è più indicato per l’abbigliamento invernale, le coperte e i capi sportivi, mentre la microfibra è più adatta per la biancheria intima, la biancheria da letto e i panni per le pulizie.

Non è consigliabile lavare insieme il pile e la microfibra, perché sono due tessuti sintetici che hanno diverse caratteristiche e necessitano di diverse cure. Lavando insieme il pile e la microfibra, potreste rovinare entrambi i tessuti, causando la formazione di pallini, opacizzazione, perdita di morbidezza e contaminazione da microplastiche. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *