Vai al contenuto

Come risparmiare con i riscaldamenti in casa: consigli per non spendere tanto!

Come Risparmiare Con I Riscaldamenti In Casa: Consigli Per Non Spendere Tanto!

Risparmiare sul riscaldamento è la primaria necessità economica di una famiglia, appena iniziano le temperature più rigide.  

Diciamo anzi che, nel corso dell’anno, è la bolletta del gas quella che ci fa più paura, e rischia di compromettere seriamente i nostri risparmi.

In questo articolo voglio quindi parlarvi di espedienti utili e delle semplici e corrette modalità, che abbiano l’obiettivo di rendere meno pesante la bolletta.

Vi darò quindi utili consigli per non spendere tanto e risparmiare con i riscaldamenti in casa. 

Vediamoli insieme: vi assicuro che non soffrirete il freddo e manterrete la salute, sia voi che tutti i vostri cari!

Mantenere la temperatura ad un giusto livello

Sembrerebbe un controsenso rispetto a quello che vi ho appena detto, ma per la temperatura casalinga va bene mantenersi su un range che si aggiri sui 18-20° al massimo.

Questi valori infatti, garantiscono i migliori benefici per il vostro benessere, anche se vi obbligheranno (se siete anzi particolarmente freddolosi) ad avere un abbigliamento consono nella vostra abitazione. Ricordatevi soprattutto che abbassare di un solo grado la temperatura sul termostato può permettervi di risparmiare circa 7% nella bolletta.. direi un bel guadagno a fronte di qualche grado in meno (e l’impossibilità di girare in casa in lingerie..).

come risparmiare con i riscaldamenti

Volete spendere meno? Optate per i cronotermostati

I cronotermostati sono un validissimo aiuto per mantenere bassi i consumi. Grazie a loro, potete decidere gli orari di accensione e spegnimento del riscaldamento. Se non siete in casa per diverse ore, potete quindi spegnere il riscaldamento, per accenderlo in prossimità del vostro arrivo. La vostra casa sarà comunque calda al vostro rientro 🙂

Isolate bene le tapparelle

Spesso è un aspetto trascurato, ma per risparmiare sul riscaldamento consiglio vivamente di mantenere isolato il cassetto delle tapparelle, proprio sopra la finestra. Questo è uno dei punti di maggiore dispersione di calore della vostra abitazione, la bolletta sarà più leggere anche grazie a questo piccolo accorgimento.

Usate tende adeguate per tenere meglio schermata la casa e usate i paraspifferi

come risparmiare con i riscaldamenti di casa 1

Sempre per contrastare la dispersione di calore, consiglio di dotarsi di tende lunghe e pesanti. In questo modo, usando questo “schermo” avrete modo di conservare il più possibile il calore interno della abitazione. I vetri rimarranno freddi, ma che importa? 

Inoltre, se la vostra casa ha una classe energetica piuttosto bassa, dotatevi di paraspifferi per evitare ulteriori fughe di calore, e soprattutto per evitare quei dolori articolari e alla testa che sono determinati dalla presenza di spifferi, provenienti da porte e finestre.

Ultimi consigli per risparmiare sul riscaldamento 

I termosifoni non dovrebbero avere mobili troppo vicini, evitate anche di mettervi vicino panni da asciugare. Infatti è particolarmente importante fare in modo che il calore non trovi ostacoli e possa diffondersi in maniera uniforme. Questo vi garantirà una maggiore efficienza di tutto il sistema di riscaldamento. Ricordate anche periodicamente, di sfiatare tutti i termosifoni.

Allo stesso modo, può esservi di aiuto tenere chiuse le porte di ambienti della casa non “vissuti” come un ripostiglio. Meglio concentrare il calore del riscaldamento nelle zone effettivamente abitate e dove passate la maggior parte del tempo.

Piaciuti questi consigli su come risparmiare con i riscaldamenti in casa? 

Sì certo, ci sono tante cose che si possono fare per risparmiare sulla più temuta bolletta dell’anno. Si può valutare l’efficienza degli infissi, in base alla grandezza della casa verificare se è possibile installare stufe a pellet. Un lavoro importante può essere quello di realizzare un cappotto termico per l’abitazione. Si tratta però di interventi più o meno invasivi e indubbiamente costosi, di cui vanno valutati bene costi e benefici.  Intanto, spero che i consigli che vi ho dato, possano esservi utili (ricordatevi anche il check annuale della caldaia!). Se avete altri suggerimenti, indicazioni, o esperienze personali da condividere, usate come sempre lo spazio commenti. 

Un saluto caldo e non freddoloso 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *