Vai al contenuto

Ami il sapore dell’aglio, ma odi sbucciarlo? Ecco un trucco velocissimo per farlo presto e bene!

aglio

L’aglio è un alimento che da sempre ha accompagnato l’uomo nel corso della storia. Diffusosi in tempi molto antichi, ha da sempre portato tanti benefici, tant’è vero che era considerato una medicina, dato il suo grande valore alimentare. Basta pensare che, durante il periodo del Medioevo, l’aglio veniva utilizzato come rimedio contro la peste. Questo perché si tratta di un alimento ricco di proprietà benefiche grazie ai tanti nutrienti presenti al suo interno.

I benefici dell’aglio 

L’aglio, come anticipato, ha diverse proprietà benefiche. Innanzitutto è un alimento con azione antibatterica e antibiotica, questo grazie alle grandi quantità di zolfo e di Vitamina C. Agisce anche come antinfiammatorio e aiuta il sistema circolatorio, difatti secondo alcuni studi, è in grado di abbassare la pressione sanguigna e prevenire le malattie cardiovascolari. Infine, l’aglio è molto efficace per rinforzare il sistema immunitario, è quindi ottimo per allontanare i malanni di stagione, tuttavia tale azione funziona meglio se viene mangiato crudo. Oltre a questi benefici, comuni un po’ a tutti, ce ne sono degli altri che alcune persone ignorano. L’aglio svolge altre tre funzioni molto importanti, ovvero è in grado di stimolare il sistema osseo, ha effetto antitumorali e agisce contro l’obesità.

Da leggere: Aglio e cipolla contro virus e batteri per rafforzare le difese immunitarie

Sbucciare e tagliare l’aglio: come? 

Una volta apprese le funzioni dell’aglio e tutti i suoi benefici non resta che capire come si procede per sbucciarlo e tagliarlo nel modo corretto. Come prima cosa si stacca uno spicchio dalla testa dell’aglio. Non si tratta di un’operazione molto complessa. Tuttavia per poterla facilitare ancora di più è consigliato rimuovere tutti gli strati di buccia che ricoprono la testa dell’aglio. Successivamente si va a tagliare, con un coltello con la punta affilata, la parte superiore dello spicchio, in questo modo sarà molto più facile sbucciarlo.  Fatto ciò, posizionare lo spicchio d’aglio su un tagliere e a questo punto si poggia il coltello dalla parte piatta e sullo specchio e si schiaccia con un movimento deciso. Ora sarà molto più facile riuscire a rimuovere il resto della buccia con le mani.

Questo non è l’unico modo esistente per poter sbucciare lo spicchio d’aglio. Si può ad esempio utilizzare l’acqua, immergendo lo spicchio per 5 minuti. L’acqua agisce facilitando l’operazione della rimozione della buccia, in quanto questa risulta essere più allentata. E ancora si può utilizzare il forno a microonde, mettendo con un piatto all’interno del forno per 5 o 10 secondi a scaldare l’aglio. 

Insomma sono diversi metodi mediante i quali è possibile sbucciare un aglio, tuttavia quello più veloce è sicuramente con l’utilizzo dell’acqua. 

Come sfruttare l’aglio in cucina 

Esistono diversi tipi di aglio, dall’aglio bianco all’aglio nero, ed ognuno di esso ha un sapore differente. In cucina questo ingrediente viene utilizzato in diversi modi. Ad esempio alcune pietanze implicano l’utilizzo dell’aglio in camicia, in cui lo spicchio, dopo essere stato leggermente pressato e schiacciato, dopo esser stato messo all’interno della preparazione, viene rimosso. C’è poi l’aglio tritato, utilizzato spesso come soffritto. Inoltre in molte pietanze viene utilizzato l’olio aromatico di aglio. Nonostante siano tanti i modi in cui possa essere utilizzato questo ingrediente, solo mangiandolo crudo rilascia totalmente le sue proprietà benefiche. 

Quante varietà di aglio esistono? 

L’aglio è un prodotto tutto da scoprire e, in particolar modo in Italia, esistono differenti varietà. La cosa per la quale si riesce a distinguerlo è il colore, oltre ai differenti usi e sapori. In Italia esistono 16 varietà più conosciute. La varietà più diffusa è l’aglio bianco dal gusto dolce e delicato. L’aglio rosa è una varietà di aglio antica dal gusto dolce ed estremamente delicato. L’aglio rosso dal sapore molto intenso e piccante. E infine, il meno conosciuto, l’aglio nero, che differentemente da come si possa pensare dal colore, ha un gusto dolce e delicato.

È importante sapere che non tutti i tipi di aglio vengono impiegati nel medesimo modo in cucina, proprio per il gusto differente di ognuno di essi. Alcune varietà vengono utilizzate in cibi delicati, mentre altre in cibi con il sapore più intenso, insomma prima di utilizzarne uno è necessario conoscerne il sapore, solo così se ne potrà fare il giusto uso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *