Vai al contenuto

Sai comprare un buon olio di oliva? Scopri come leggere l’etichetta ed evitare fregature

come comprare un buon olio d’oliva

L’olio d’oliva ha molti usi e benefici, ecco perché è importante saper riconoscere quando è buono e sano! 

Come riconoscere un buon olio d’oliva

  • Se sta al sole, non prenderlo

L’olio d’oliva ha gli stessi nemici del vino: luce, aria e alte temperature. Inoltre, conservalo in un luogo fresco e asciutto.

  • Extra vergine o niente

In caso contrario, NON avrai tutti i benefici dell’olio. Pagherai di più per un olio con caratteristiche simili ad altri oli più economici.

  • Scegli l’olio extra vergine d’oliva lavorato a freddo

Quando viene utilizzato molto calore per ottenerlo, le sue proprietà possono cambiare. La temperatura ideale dovrebbe essere 27ºC o meno.  E più bassa è, migliore è la qualità.

  • Non deve essere più vecchio di un anno

Il tempo, a differenza del vino, è nemico dell’olio d’oliva: ne cambia sapore e profumo. È meglio comprare oli che non abbiano più di un anno dalla data di produzione.

  • Se è molto economico, non fidarti!

Fare un olio extra vergine di oliva non è facile né economico. E sebbene ci possano essere oli di qualità non molto buona a prezzi elevati, di solito non si verifica la situazione opposta. L’olio extra vergine d’oliva non è sinonimo di risparmio, purtroppo.

  • Evita l’olio d’oliva con l’odore delle olive!

Che ci crediate o no, questo indica una lavorazione difettosa.  Nello specifico indica che le olive sono state lasciate all’aperto per più di 24 ore, iniziando la loro decomposizione. Ricorda che le olive, quando sono sulla pianta, non sono né salate né morbide come quelle in vaso… perché allora l’olio d’oliva dovrebbe avere questo sapore? Un buon olio dovrebbe profumare di erbe aromatiche, mela verde, rucola… ma mai di olive.

  • Se è torbido, non prenderlo

L’olio deve risultare sempre limpido e brillante. Non stiamo parlando del colore ma della sua consistenza, che è altrettanto importante.

  • Dimentica il colore dell’olio

Il colore non dice nulla sull’olio d’oliva. Né più verde né più giallo, il colore non importa. Infatti, le degustazioni di olio d’oliva vengono effettuate in bicchieri blu in cui non si può rilevare il colore dell’oliva.

  • Se l’olio è visibile attraverso la bottiglia, prendine un altro

Una bottiglia o una lattina scura aiuta a preservare le proprietà dell’olio… e ti dà l’idea che il produttore è interessato alla qualità del suo prodotto e non solo a sedurti con il colore del suo olio.

  • Se si solidifica, ne vale la pena

Una prova è portare l’olio in frigorifero, se si solidifica al freddo, la scelta è buona. E non preoccuparti, tornerà al suo stato naturale a temperatura ambiente.

Perché l’olio d’oliva dovrebbe essere Extra Vergine?

Questo nome ha a che fare con l’acidità dell’olio d’oliva.

L’acidità indica la quantità di acidi grassi liberi presenti nell’olio. 

Più bassa è l’acidità, migliore è l’olio.

Non sarai in grado di sentire l’acidità nel sapore, è una misura biochimica.

L’olio extra vergine ha un’acidità massima di 0,8 grammi per 100.

L’olio vergine ha un’acidità massima di 2 grammi per 100.

Leggi anche: Conservare l’olio d’oliva nel miglior modo possibile: lo sapevi che…?

Come leggere l’etichetta su una bottiglia di olio d’oliva

Le etichette delle bottiglie di olio d’oliva ci forniscono una grande quantità di dati.

Questi sono dettagli a cui di solito non prestiamo attenzione, ma le etichette delle bottiglie di olio d’oliva contengono molte più informazioni di quanto si possa pensare a prima vista.

Queste etichette hanno uno scopo e ci forniranno una serie di dati importanti che ci aiuteranno a valutarne il valore e la qualità, ancor prima di acquistare la bottiglia.

Anno

È molto importante conoscere l’anno di raccolta dell’olio che andrai ad acquistare. Purtroppo pochi marchi sono quelli che ce lo indicano sulla loro etichetta. In questa sezione potremmo trovare anche la data di scadenza, che solitamente è di due anni dalla data di confezionamento. Fare attenzione a non confondere con la data del suo raccolto.

Varietà

In generale, è un dato di fatto che troviamo nella stragrande maggioranza delle bottiglie di olio d’oliva. Per noi, informazioni fondamentali per sapere per cosa utilizzeremo l’olio. 

Origine

Sarebbe la posizione dell’oliveto da cui sono state prese le olive per fare l’olio d’oliva. Anche se sono pochi i marchi che lo indicheranno, visto che molti produttori non hanno un proprio frantoio e quindi non vogliono metterlo. In generale, l’indirizzo che compare sull’etichetta è quello dell’ufficio commerciale, che non sempre coincide con la sua reale provenienza.

Raccolto

A seconda che la raccolta sia stata anticipata o tardiva, influenzerà direttamente gli aromi e il sapore dell’olio stesso.  Una raccolta anticipata con le olive più verdi farà avere all’olio aromi più intensi, mentre se la raccolta è tardiva le olive saranno più mature e quindi gli aromi e i sapori dell’olio saranno più dolci.

Nota di degustazione

Anche in questo caso, un’informazione che non troviamo in tutte le bottiglie, ma anche se breve può darci indicazioni molto utili.  La nota di degustazione può darci informazioni utili ad esempio sulla sua intensità e retrogusto amaro, se è verde o maturo, grado di intensità o sfumature aromatiche.

In molte etichette troveremo anche la scritta estrazione a freddo che un tempo faceva riferimento all’acidità o alla prima pressione, alludendo così a pratiche tradizionali e più naturali. Al giorno d’oggi quasi tutti gli oli extra vergine di oliva sono prodotti con estrazione a freddo.

Grado di acidità

È un’informazione che troviamo su alcune etichette, ma cambia poco o nulla per il consumatore finale. Più contribuirà la nota di degustazione. Inoltre il grado di acidità varia nel tempo e non è statico.

D’ora in poi saprai identificare un buon olio, conoscerne la provenienza e una serie di dati che ti aiuteranno a scegliere al meglio i tuoi oli di oliva preferiti al supermercato. Se hai altri consigli, scriviceli nei commenti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *