Vai al contenuto

Cottura al microonde, quali sono gli errori da evitare

Errori da evitare nella cottura a microonde

Avete il microonde in cucina? Ormai è diventato un alleato prezioso, che permette di risparmiare tempo nella preparazione dei pasti per tutta la famiglia. Spesso però nella cottura al microonde commettiamo errori che sono certamente da evitare. Siete insomma proprio sicure di utilizzarlo correttamente? In questo articolo vi parlerò degli errori più comuni che vengono commessi quando si utilizza questo elettrodomestico, rispondendo probabilmente a dei dubbi che vi sarete già poste.

Vediamoli insieme.

Cottura al microonde, ecco quali sono i principali errori da evitare 

● Uno degli errori più comuni che facciamo (eh sì, lo ho fatto anche io per un bel po’ di tempo) è quello di non forare la pellicola protettiva degli alimenti. Questo perché il meccanismo di azione del microonde, attraverso il calore generato, farà aumentare particelle di acqua che rischiano di  gonfiare oltre il limite le confezioni dei cibi, fino al punto di farle.. esplodere! Basterà usare una forchetta, ricordate sempre di effettuare dei piccoli fori sulla pellicola delle confezioni

● Il microonde non va bene per riscaldare pizza e pane. Infatti, tenderà sì a riscaldare, ma andrà anche ad ammorbidire decisamente la consistenza di questi alimenti, che non saranno più croccanti ma decisamente “mollicci” al primo morso.. e anche ai successivi!

cottura al microonde

● Durante la cottura al microonde, uno degli errori più diffusi è quello di non mettere dei coperchi sopra il cibo. Senza il coperchio, si rischia che il cibo possa produrre schizzi che andranno non solo a sporcare l’interno dell’elettrodomestico, ma potranno anche alla lunga deteriorare le guarnizioni interne. Per evitare quindi di dover essere poi impegnate in fastidiose opere di pulizia, e perdere quel tempo guadagnato con l’uso del microonde, ricordatevi sempre di sistemare un coperchio sopra il cibo, facendo però in modo che vi sia una minima fessura per assicurare la fuoriuscita dell’aria

● No all’utilizzo di contenitori di plastica, a meno che non siano testati per l’utilizzo dentro il microonde. Controllate quindi bene la dicitura sulla confezione, per assicurarsi che possano essere correttamente utilizzati. Potete usare contenitori in vetro, ma non sottile, perché rischierebbe di rompersi a causa del brusco innalzamento della temperatura. Allo stesso modo non devono essere usati i contenitori in metallo (possono produrre fiamme), mentre vanno bene tutti i contenitori in pirex.

● Non usare assolutamente contenitori in alluminio. L’alluminio infatti è un elemento che riflette le microonde prodotte dall’apparecchio, non le assorbe ma anzi le riflette con il rischio di danneggiare il forno a microonde in modo irreparabile.

Forno a microonde, qualche altro consiglio per utilizzarlo al meglio

Vi è mai capitato di prendervi una scottatura a causa del microonde? A me è capitato, e non è stata certa una esperienza piacevole. Non toccate a mani nude i piatti, e specie per le minestre, abbiate cura di mescolarle bene in modo da diffondere equamente il calore generato. 

Ho qualche altro consiglio per voi:

● Oltre a non essere adatto per pane e pizza, il microonde non è adatto a tutti i cibi secchi, come carne o pasta. Questo perché il forno a microonde riscalda in modo molto profondo gli alimenti, a partire dalle molecole di cui sono composti. Ciò causa l’evaporazione dell’acqua e questo danneggia quei cibi che già ne contengono poca, risultando quindi dopo la cottura decisamente troppo secchi. Il forno a microonde è ideale quindi per scaldare zuppe e sughi, che contengono invece molta acqua e la cui perdita durante la cottura non è troppo rilevante e non cambia la consistenza stessa del cibo. Se proprio non volete farne a meno, aggiungete al cibo secco un bicchiere di acqua, in modo che assorbirà le microonde, evitando anche il rischio di surriscaldamento

● Molte di noi usano il forno a microonde per scongelare gli alimenti. Giustissimo, ma è una procedura che va fatta bene, altrimenti rischiamo di cuocere solo la superficie mentre l’interno rimane freddo.. a volte decisamente immangiabile. Per scongiurare questo problema, consiglio di scongelare gli alimenti usando impostazioni basse per tempi e temperature, in modo che l’operazione di decongelamento avvenga gradualmente e quindi in modo uniforme.

Ultimo consiglio: come pulire il microonde

E veniamo adesso alla pulizia del nostro alleato in cucina. Se vogliamo che duri a lungo e al massimo delle sue potenzialità è importante pulire il nostro forno a microonde dopo ogni utilizzo. Ci basterà un panno in microfibra appena bagnata per rimuovere i residui di sporco. Se fosse molto sporco, usate uno sgrassatore. Ricordate però di risciacquare se usate un detersivo, perché non deve contaminare il cibo nei successivi utilizzi. 

Vi sono stati utili i miei consigli su come evitare gli errori durante la cottura al microonde?

Fatemi sapere nei commenti, a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *