Vai al contenuto

Gli errori da non fare durante lo shampoo! Lo sapevi?

Sbagliare prodotti, lavarli troppo spesso o troppo poco, alzare i capelli; gli errori durante lo shampoo sono davvero tantissimi! Leggi i più comuni ed evitali così da preservare la bellezza naturale dei tuoi capelli.

Le regole basilari dello shampoo

Imparare a lavare bene i capelli è fondamentale per tenerli in buona salute, è uno degli aspetti principali per mantenerli belli, parola di esperti! Bisogna trattare i capelli alla stregua di come si tratta la pelle, essi stanno allo shampoo come la rimozione del trucco sta alla pelle. Inoltre bisogna assolutamente scegliere lo shampoo in base:

  • ai propri capelli (lunghi, corti, media lunghezza);
  • al cuoio capelluto (secco, grasso, debole, ecc).

Dopo aver trovato il prodotto perfetto si passa al vero e proprio rituale di lavaggio; si può affermare che la durata ideale di uno shampoo sia intorno ai 10 minuti, contando anche pre-spazzolatura e risciacquo. Passando alla frequenza dei lavaggi, si può dire che la perfezione è lavarli 2 volte a settimana, farlo invece con più frequenza, può portare a una produzione maggiore di sebo da parte delle ghiandole e questo comporta un cuoio capelluto più grasso, inoltre si indebolisce il capello e si può incappare nella fastidiosa forfora.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO¡

Come fare lo shampoo

Continua dopo gli annunci...

Si può dire che lo shampoo è una scienza esatta, fatta di step precisi che bisogna seguire alla perfezione per far sì che il rituale sortisca l’effetto desiderato. Prima di partire con lo shampoo vero e proprio è importante far arieggiare i capelli con una spazzolata, in questo modo si rimuoverà anche la polvere accumulata. A questo punto puoi iniziare a bagnarli completamente, senza tralasciare nessuna ciocca, iniziando a distribuire una piccola quantità di shampoo, dapprima sulle mani e poi tra i capelli. Inizia a massaggiare le zone laterali della testa, poi aggiungi una piccola noce di prodotto al centro della testa e continua il massaggio per distribuire al meglio lo shampoo. Non preoccuparti troppo delle lunghezze, in quanto una certa quantità di schiuma finisce inevitabilmente anche lì. Il consiglio è di aggiungere, di tanto in tanto, qualche goccia di acqua per migliorare l’emulsione.

Ora è il momento del risciacquo, forse la parte più importante in quanto elimina la maggior parte dello sporco e dello shampoo. Lascia scorrere tantissima acqua e continua a massaggiare i capelli. Allo stesso tempo districa anche i capelli con le mani, in questo modo eliminerai la maggior parte dei nodi. A questo punto ripeti tutto daccapo, iniziando dallo shampoo, questo perché il primo ha la sola capacità di rimuovere lo sporco e le impurità, mentre il secondo serve ad attivare le proprietà del prodotto.

Come scegliere lo shampoo più adatto

Effettuare una scelta ponderata nell’acquisto dello shampoo potrebbe non essere facile, questo perché in commercio esistono troppi prodotti con qualità, proprietà e ingredienti diversi. Per chi ha i capelli colorati è sconsigliato l’utilizzo di shampoo con solfati. Queste sostanze, riconoscibili con le diciture Sodium Laureth Sulfate o Sodium Pareth Sulfate possono agire chimicamente e intaccare il colore e renderlo spento o addirittura sbiadito. Anche per i capelli naturali ci possono essere effetti collaterali poco piacevoli come irritazioni del cuoio capelluto, specie che i solfati sono presenti in grande quantità.

Il silicone è un altro elemento spesso presente nella formulazione degli shampoo, questa sostanza non ha veri effetti negativi, in pratica crea una sorta di pellicola intorno al capello impedendo la penetrazione delle maschere o di altri trattamenti atti a migliorarne la salute. È anche vero che li rende lucenti e districati in modo rapido e immediato, ma bisogna anche considerare il rovescio della medaglia, ovvero l’impossibilità di poter effettuare trattamenti per la salute dei capelli. La loro presenza è individuabile con il suffisso -cone; quando è presente nei primi 4 ingredienti allora è un prodotto da evitare, se invece lo si trova dal quinto ingrediente in poi, allora è presente in quantità irrisorie e accettabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *