Vai al contenuto

I liquori più adatti per un dopopranzo festivo

liquore

Vi piacciono i liquori? Non in senso astratto, della serie: “siete ubriaconi?“; intendo, vi piace sorseggiare un liquore dopo un buon pranzo in ristorante o in famiglia? Certo che l’alcool non fa bene, se non bevuto con moderazione, ma in compagnia e a stomaco pieno si può anche bere un bicchierino di liquore, sempre che sia fatto bene: intanto, in Italia è una nota abitudine sorseggiare qualcosa per concludere un ricco pranzo o cena. Tradizione o sfizio, la realtà è che i prodotti a disposizione non mancano. Ma, quali sono i preferiti dagli italiani?

I liquori diversi per sapore, provenienza e gradazione alcolica

Intanto, è d’obbligo segnalare che andrebbero vietati i prodotti alcolici non sicuri. Significa che i liquori sono sottoposti a processi di fermentazione e distillazione che devono rispettare alcune regole. Quando i prodotti non seguono dette regole, che vanno di pari passo con i tempi previsti per l’elaborazione del distillato, il liquore che ne deriva può essere nocivo per la salute.

Di fatto, in senso astratto i liquori non sono nocivi di per sé. Anzi, in teoria sarebbero delle bevande alcoliche che possono aiutare la digestione dopo un pasto abbondante e festivo. Ci sono diversi tipi di liquori, che si differenziano per il grado alcolico, il sapore, la composizione e la provenienza. Alcuni dei liquori più adatti a un dopopranzo festivo sono:

liquori dopopranzo
liquori dopopranzo

L’amaro, un classico

L’amaro è un liquore a base di erbe, radici, cortecce, fiori e frutti, che ha un sapore (come dal suo nome) amaro e aromatico. L’amaro stimola la secrezione dei succhi gastrici e favorisce la digestione. Esistono molti tipi di amaro, come il Fernet, il Cynar, l’Averna, il Montenegro e il Ramazzotti. L’amaro si beve solitamente liscio o con ghiaccio.

amaro
Amaro

Il limoncello, il preferito dalle donne

Il limoncello è un liquore a base di limoni, alcool, zucchero e acqua, che ha un sapore dolce e acidulo. Il limoncello ha proprietà antiossidanti e antibatteriche, e aiuta a contrastare la pesantezza di stomaco. Il liquore si prepara con i limoni di Capri o della Costiera Amalfitana (se si hanno a disposizione), e si beve freddo. In genere, le donne lo adorano!

Il rosolio, a base di brandy, ha effetti rilassanti

Il rosolio è un liquore a base di acquavite o brandy, zucchero e sostanze vegetali pure estratte dalla frutta o dalle erbe. Il rosolio ha un sapore dolce e delicato, e ha effetti calmanti e rilassanti. Il rosolio si prepara con vari ingredienti, come le rose, le viole, le mandorle, il caffè e il cioccolato. Il rosolio si beve liscio o con ghiaccio.

La grappa, proprietà tonificanti e disinfettanti

La grappa è un distillato a base di vinacce, cioè i residui della pigiatura dell’uva. La grappa ha un sapore secco e forte, e ha proprietà tonificanti e disinfettanti. Si produce in varie regioni d’Italia, come il Piemonte, il Veneto, il Trentino e la Sicilia. Questo liquore può essere liscio (grappa bianca) o aromatizzato (grappe alle erbe).

grappa al ginepro
grappa al ginepro

Il brandy, a base di vino o frutta fermentata

Il brandy è un distillato a base di vino o di frutta fermentata. Ha un sapore morbido e rotondo, con effetti riscaldanti e corroboranti. E’ un liquore che si invecchia in botti di legno per diversi anni, acquisendo colore e aroma. Si beve liscio o con ghiaccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *