Vai al contenuto

Il girasole, un fiore colorato e produttivo con semi miracolosi (seguite le nostre ricette!)

girasole

Vi piacciono i girasoli? Sono fiori semplici che trasmettono gioia. Colorati e facili da coltivare, nascondono un segreto: quello dei loro semi, pieni di gusto e nutrienti. E’ il fiore “solare” per eccellenza, perché non solo ha bisogno del nostro astro più caldo, ma è essenziale per la sua sopravvivenza. Il suo corpo non smette di cercare la luce del sole, perché senza di essa non potrebbe resistere. Vediamo cosa ha da offrirci.

Il girasole, una pianta affascinante

Il girasole (Helianthus annuus, che significa “fiore del sole annuale”) è una pianta affascinante e versatile con molti usi e benefici per la salute. Sebbene non siano propriamente “semi miracolosi”, i semi di girasole sono noti per essere una ricca fonte di nutrienti e offrono diversi vantaggi per la salute quando inclusi in una dieta equilibrata.

girasole
Il girasole perfetto

Le origini esotiche

Il girasole è una pianta originaria del continente americano, dove era coltivata dagli indigeni per i suoi semi oleosi e commestibili. Fu introdotta in Europa nel XVI secolo e da allora si è diffusa in tutto il mondo, sia come pianta ornamentale che come coltura agricola.

Il girasole appartiene alla famiglia delle Asteraceae, la stessa dei crisantemi e delle margherite.

Le caratteristiche del girasole

Il girasole può raggiungere i 4 metri di altezza, con un fusto eretto e robusto, ricoperto da una peluria ruvida. Le sue foglie sono grandi, ovali e dentate, di colore verde scuro. I fiori del disco sono quelli che producono i semi, che sono acheni di forma ovale e appiattita, di colore variabile dal bianco al nero.

Gli usi del girasole, facile da coltivare

Il girasole ha molteplici usi, sia decorativi che alimentari. I suoi fiori sono molto apprezzati per la loro bellezza e il loro significato simbolico di allegria, vitalità e ammirazione. Facile da coltivare, richiede solo una posizione soleggiata, un terreno fertile e ben drenato, e annaffiature regolari ma non eccessive.

Le proprietà dei semi di girasole

I semi di girasole possono essere considerati una scelta nutriente e salutare per arricchire la dieta e beneficiare della vasta gamma di nutrienti che offrono. Vediamo assieme quali

Pieni di proteine, grassi buoni, fibre, vitamine e minerali

I semi di girasole sono ricchi di proteine, fibre, grassi insaturi, vitamine del gruppo B e E, e minerali (magnesio, rame e selenio), e possono essere consumati crudi, tostati o trasformati in olio. L’olio di girasole è usato sia in cucina che in cosmetica, per le sue proprietà emollienti e antiossidanti.

Gli antiossidanti aiutano a proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi e svolgono un ruolo nella prevenzione delle malattie croniche, mentre il selenio è un minerale essenziale per il corretto funzionamento del sistema immunitario, aiutando il corpo a combattere infezioni e malattie.

Inoltre, sono fonte di acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi, come l’acido linoleico, salutari per il cuore (possono aiutare a ridurre il colesterolo LDL).

Le fibre che contengono i semi di girasole sono importanti per favorire la digestione e per mantenere il corretto funzionamento dell’intestino.

Benefici per la pelle

Grazie alla presenza di vitamina E e gli altri antiossidanti, i semi di girasole possono aiutare a mantenere la pelle sana, proteggendola dai danni dei raggi UV e favorendo la rigenerazione cellulare.

I semi di girasole in cucina, alcune idee e ricette

I semi di girasole possono essere consumati crudi, tostati o aggiunti a diverse ricette, come insalate, yogurt, cereali o panificati. Tuttavia, poiché sono piccoli e calorici, è importante consumarli con moderazione, soprattutto se siete a dieta o avete intolleranze alimentari.

A colazione

A colazione si possono aggiungere i semi di girasole a un muesli fatto in casa, insieme a fiocchi d’avena, frutta secca, uvetta e miele. Si può anche preparare una crostata con una frolla a base di farina di semi di girasole e marmellata a piacere.

Negli antipasti

Si possono usare i semi di girasole per arricchire delle insalate fresche o tiepide, magari con verdure grigliate, formaggio e frutta secca. Si può anche preparare un paté vegetale frullando i semi di girasole con ceci, aglio, limone, olio e spezie.

Nei primi piatti

Si possono tostare i semi di girasole e usarli per condire una pasta al pesto al rosmarino, oppure per dare croccantezza a una zuppa di cereali e legumi. Si può anche preparare una crema di semi di girasole da spalmare su delle fette di pane integrale.

Nei secondi piatti

Si possono impanare delle bistecche di pollo con i semi di girasole tritati, oppure aggiungerli a delle polpette vegetali a base di lenticchie o tofu. Si può anche preparare una salsa ai semi di girasole da servire con del pesce al forno o alla griglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *