Vai al contenuto

La cistite, consuma questi alimenti per tenerla lontano

Avete mai avuto qualche episodio di cistite? E’ un disturbo molto comune, e, anche se nella maggior parte dei casi si può risolvere facilmente, può essere molto fastidioso. Meglio evitarla. Ed è quello che vi raccontiamo in questo post. Vi parliamo della cistite e degli alimenti che potete consumare per evitare che compaia. Si trovano molto facilmente e hanno anche altre proprietà benefiche per l’organismo. Guardate!

yogurt
yogurt

La cistite, in cosa consiste: sintomi e cause

La cistite è un’infiammazione della vescica che può essere causata da vari fattori, tra cui un’infezione batterica, una carenza di estrogeni, una scarsa igiene intima o una ritenzione urinaria.

I sintomi più comuni della cistite sono: bruciore, frequenza, urgenza e dolore durante la minzione, a volte accompagnati da sangue nelle urine, febbre e malessere generale. Se compare il sangue nelle urine, bisogna rivolgersi al medico subito, in maniera da scartare la presenza di altre patologie.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO¡

La cistite può essere acuta o cronica, anche se la più comune è la cistite acuta, che capita occasionalmente.

Per diagnosticare la cistite, il medico può richiedere un esame delle urine, una coltura batterica, un’ecografia o una cistoscopia. Il trattamento dipenderà dalla causa e dalla gravità dell’infiammazione. In genere, si usano antibiotici, antinfiammatori, antispastici e disinfettanti delle vie urinarie. In farmacia si trovano medicinali che si possono acquistare per questo disturbo senza ricetta medica e che servono ad alleviare i sintomi.

Per prevenire la cistite, è importante bere molti liquidi, svuotare spesso la vescica, mantenere una buona igiene intima, evitare indumenti troppo stretti o bagnati e curare eventuali patologie associate. Inoltre, ci sono alcuni alimenti che possono aiutare ad allontanare i problemi di cistite. In primis, sarà importante assicurare all’organismo un buon ’apporto idrico, che arriva non solo dall’acqua che si versa nei bicchieri a tavola, ma pure da diversi alimenti, spesso di origine vegetale. Lo vediamo nel prossimo paragrafo.

Cistite

Dieta anti cistite, alimenti vietati e consigliati

Continua dopo gli annunci...

Alimenti da evitare

Oltre ai grassi saturi, è opportuno ridurre o bandire gli alcolici e i superalcolici in particolare. Tali bevande provocano una forte azione irritante sulla vescica e su tutte le altre mucose dell’organismo. Da limitare anche il caffè e le altre bevande contenenti sostanze nervine; da usare con moderazione i condimenti piccanti, perché anche essi posso incrementare l’irritazione della vescica. Evitate anche i cibi raffinati, come pane, pasta e riso bianchi, che possono causare stipsi e gonfiore addominale.

Alimenti da consumare per evitare la cistite

Consumate cibi alcalinizzanti, come frutta e verdura fresche, che aiutano a mantenere il pH delle urine neutro o leggermente alcalino. In particolare, scegliete verdure ricche di acqua, come cetrioli, zucchine, lattuga, sedano e carote, che favoriscono la diuresi.

Integrate la dieta con fermenti lattici, come yogurt, kefir e altri prodotti probiotici, che contribuiscono a rafforzare le difese immunitarie e a riequilibrare la flora batterica. Se volete, potete anche assumere integratori a base di probiotici, scegliendo quelli specifici per la salute delle vie urinarie.

Consumate, inoltre, cibi ricchi di fibre, come cereali integrali, legumi, frutta secca e semi oleosi, che aiutano a regolarizzare l’intestino e a prevenire la stitichezza, che può favorire la cistite.

Aggiungete alla vostra dieta cibi che hanno proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, come il mirtillo rosso americano (cranberry), l’uva ursina, l’aglio, la cipolla, il prezzemolo e il timo. Potete consumarli in modi diversi come freschi, in succo, in infuso o in estratto secco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *