Vai al contenuto

Lavare i capi bianchi in lavatrice: tutti gli accorgimenti per un bucato impeccabile

Lavare I Vestiti Bianchi In Lavatrice: Tutti Gli Accorgimenti Per Un Bucato Impeccabile

Come lavare correttamente i capi bianchi in lavatrice, per togliere macchie e ridare una nuova brillantezza? Facilissimo, scoprilo nell’articolo!

Fare la lavatrice sembra la cosa più facile del mondo: dividiamo i capi in colorati e bianchi, e facciamo fare tutto a questo elettrodomestico che più di ogni altro ha cambiato la vita domestica,  soprattutto di noi donne.

Eppure, avere un bucato bianco impeccabile non è cosa semplice. Soprattutto, come far tornare immacolati e perfetti quegli abiti che risultano ormai ingialliti o ingrigiti?

In questo articolo vi parlerò di come, in modo assolutamente economico ed ecologico, possiamo concedere nuova vita ai nostri capi bianchi, restituendo loro anche la giusta brillantezza. 

Istruzioni per un corretto bucato bianco in lavatrice

capi bianchi in lavatrice

Prima di tutto, vediamo come occuparci dei capi bianchi che sono più resistenti, come le lenzuola e le tovaglie.

Dopo averli sistemati nel cestello della lavatrice (senza mai superare il livello previsto per il vostro modello) mettete due misurini di detersivo, ed anche l’ammorbidente nella apposita vaschetta.

Non utilizzate una temperatura dell’acqua inferiore ai 60°.

Quando la lavatrice inizia a portare l’acqua nel cestello, potete aggiungere nella stessa vaschetta del detersivo, un misurino di candeggina (un tappo) con un po’ di acqua per diluirla, quindi proseguite aggiungendo due cucchiai di bicarbonato sempre sciolti in acqua. Ricordate che è necessario lasciare i panni in ammollo per due/tre ore, poi proseguite con la centrifuga. Vedrete che il vostro bucato sarà impeccabile!

Istruzioni per lavare il bucato bianco ingiallito

Quando i nostri capi bianchi sono ingialliti bisogna trattarli prima del lavaggio in lavatrice.

Consiglio quindi di usare del bicarbonato (un misurino), detersivo per piatti (un misurino) e sapone di Marsiglia. Con decisione, ma senza esagerare, strofinare le parti ingiallite e inserire in lavatrice per il consueto lavaggio, minimo a 60 gradi.

Potete aggiungere quindi un bicchiere di aceto bianco nella sezione dell’ammorbidente, per togliere eventuali odori.

Istruzioni per lavare il bucato bianco macchiato

Se i capi bianchi sono macchiati, in caso di muffa può bastare l’utilizzo di scaglie di sapone di Marsiglia, per strofinare la macchia.

In caso di altre macchie, potete agire con acqua e aceto, oppure con acqua ossigenata, lasciando sulla zona per circa 30 minuti. Altre soluzioni potrebbero essere quelle di usare del talco (perfetto per macchie oleose), del sale, o dello shampoo secco, da applicare solamente nella zona interessata dalla macchia.

Istruzioni per lavare il bucato bianco ingrigito

Per i capi bianchi ingrigiti è necessario metterli in ammollo, in acqua calda in cui è stato inserito del detersivo in polvere, specifico per capi bianchi. L’ammollo può durare dai 15 ai 20 minuti. Se i vostri capi grigi sono particolarmente resistenti, un buon rimedio originale può essere l’aspirina! Prendete 5 pasticche e scioglietele in acqua calda, quindi mettete i capi in ammollo per una decina di minuti, prima di passarli nella lavatrice.

Istruzioni per lavare in lavatrice capi bianchi delicati

I capi delicati sarebbe meglio lavarli a mano. Se decidiamo di lavarli in lavatrice, la temperatura dell’acqua dovrà essere più bassa, non superiore ai 30-40 gradi. Adesso, le lavatrici di ultima generazione utilizzano il lavaggio a vapore, che permette di lavare in sicurezza i capi bianchi delicati, liberandoli non solo da macchie indesiderate ma anche dai batteri. Ricordatevi poi di non sovraccaricare mai il cestello, pena un bucato non impeccabile!

Pronte per occuparvi al meglio dei vostri capi bianchi? Fatemi sapere se i consigli forniti vi saranno di aiuto, a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *