Vai al contenuto

Passare da biondo a castano: è possibile senza rovinare i capelli?

three g87321e8c1 1280

Il dilemma di tutte le donne sono i nostri capelli. Chi li ha lisci li vuole ricci, chi li ha ricci li vuole lisci. Ma non solo. Anche il colore è spesso un cruccio.

E’ un fatto notorio che chi è mora vuol diventare bionda, e chi è bionda vuol diventare mora.

Almeno una volta nella vita, tutte noi abbiamo pensato di abbandonare il nostro colore storico (tinte o naturali, non fa differenza) per fare una pazzia e passare a un colore totalmente all’opposto.

Io stessa, mora naturale ma bionda ossigenata, ho pensato spesso ad un revival del total black, salvo poi pentirmi poco dopo anche del solo pensiero. Questo perché ho sempre avuto paura di un cambiamento così drastico, temendo soprattutto di rovinare i miei capelli, già stressati da anni di decolorazioni.

Da bionda a mora: scegliere il colore adatto

Innanzitutto, è importante sapere che devi scegliere una tonalità di castano (o nero) adatta alla tua carnagione.

Una sola volta io sono tornata castana: mi sono pentita subito perchè il colore che avevo scelto NON ERA ADATTO al mio incarnato. Avrei dovuto optare per un castano scuro tendente al nero.

Da bionda a mora: è possibile senza danneggiare il capello?

Prima di passare a un colore permanente, suggerisco di usare un colore lavabile, di quelli che durano dalle 4 alle 6 settimane, così al massimo se non vi piace sapete che dopo un tot il colore andrà a svanire.

A una cosa dovete però fare attenzione: i colori lavabili sono poco coprenti sul capello molto chiaro (specialmente se è decolorato e non naturale) quindi il rischio è di ottenere una specie di colore grigiastro che comunque non vi darà una chiara idea di come sarà il risultato con un colore permanente.

Per questo, sconsiglio metodi fai da te: meglio rivolgervi al vostro parrucchiere.

Ad ogni modo, se volete giocare un po’, e non avete paura di fare pasticci, in commercio si trovano tante tinte temporanee e potete comodamente provare il risultato a casa vostra

Ti sei convinta? Vuoi passare da bionda a mora? Ecco cosa dovresti sapere

  1. Se il tuo capello è di un biondo molto chiaro, probabilmente il tuo parrucchiere ti avviserà del fatto che serviranno due sedute almeno prima di passare dal biondo platino o ice blonde al castano scuro.
  2. E’ probabile che ti servirà un procedimento di ripigmentazione del capello, un processo abbastanza lungo ma che il tuo parrucchiere saprà certamente come eseguire.
  3. Quando vai a coprire il biondo, devi immaginarti che è come se passassi un “pennarello” scuro sul capello, questo significa che il colore tenderà a scaricare: il castano intenso o il nero corvino potrebbero perdere tono con i lavaggi, e potresti ritrovarti con una chioma (soprattutto sulle punte) che vira a metà tra i toni del rosso e del castano ramato. Questo significa che periodicamente potresti essere costretta a ricorrere nuovamente al parrucchiere, che deve andare a riprendere il colore tutti fino alle estremità del capello, stendendo una nuova tinta fino alle punte, così da coprire le parti in cui il colore ha scaricato
  4. Se hai capelli bianchi, tieni a mente che il capello bianco è difficile da coprire, e mentre il biondo “camuffa” i capelli canuti, il nero li fa risaltare per ovvie ragioni. Potresti avere un capello “refrattario” e quindi dopo anche solo lavaggi potresti rivedere i tuoi capelli bianchi ritornare in bella vista. Questo è uno dei principali motivi per cui talvolta, chi ha i capelli bianchi e refrattari, abbandona spesso i colori scuri.

In linea di massima, comunque, dipende da capello a capello. Potresti avere un capello in grado di assorbire in realtà molto bene la tintura e quindi ottenere una tenuta del colore perfetta, come invece avere un capello poroso che tende a rilasciare maggiormente il colore e dunque incontrare queste piccole difficoltà.

Parla al tuo parrucchiere di tutte queste eventualità e insieme decidete cosa è meglio fare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *