Vai al contenuto

Pastiera napoletana – ricetta segreta della nonna, tramandata da generazioni

La pastiera napoletana è il tipico dolce pasquale, un vero e proprio rito della cultura partenopea che si è diffuso velocemente in tutte le regioni italiane. Un dolce adatto a tutte le occasioni e festività e anche un’ottima idea regalo quando siamo invitati a feste o a pranzi da amici.

La pastiera napoletana non è solo una sorta di crostata ripiena di ricotta e grano, è un simbolo della cucina tradizionale partenopea. Ogni famiglia possiede la sua ricetta segreta tramandata da generazioni, in questa pagina troverete la ricetta originale napoletana, seguite tutti i passaggi con calma e ricordate che per fare questo dolce occorre pazienza e più la pastiera riposa e più sarà gustosa poi da mangiare.

Gli ingredienti per la pastiera napoletana

Ingredienti per la pasta frolla

  • 400 g di farina
  • 200 g di burro
  • 200 g di zucchero
  • 4 tuorli d’uovo
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per il grano

  • 1 confezione da 250 g di grano già cotto
  • 250 ml di latte
  • 1 noce di burro
  • 1 cucchiaio raso di zucchero

Ingredienti per il ripieno

  • 500 g di ricotta di pecora
  • 400 g di zucchero
  • 3 uova
  • Mezza fialetta d’acqua di fiori d’arancio
  • 40 g di cedro candito
  • Zucchero a velo per decorare
  • vanillina

Preparazione pastiera napoletana

Continua dopo gli annunci...

Iniziare a preparare la pasta frolla.

Per la preparazione della pasta frolla, miscelare la farina con lo zucchero a velo. Tagliare a pezzettini il burro freddo di frigo e impastare con gli altri ingredienti. Aggiungere l’uovo (un altro uovo è consigliato) ed impastare il tutto. Importante non lavorare a lungo la pasta, perché si potrebbe scaldare con il contato con le mani. Mettere a riposare in frigo almeno mezzora. 

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO¡

Far cuocere nel latte il grano a fuoco basso per circa 20 minuti, unire la noce di burro, il cucchiaio di zucchero e la vanillina. Continuare fino a che il grano non diventi una crema. Mettere a raffreddare il prodotto ottenuto.

Passare la ricotta al setaccio facendola cadere in una ciotola molto capiente. Aggiungere lo zucchero e lavorare con un cucchiaio di legno per 15 minuti. Incorporare le uova una alla volta e continuare a lavorare gli ingredienti, poi unire il grano (ormai tiepido) e l’acqua fiori d’arancio.

Stendere 2/3 della pasta frolla in modo sottile. Imburrare ed infarinare uno stampo da 25 cm da torte e posizionare la pasta. Versare il composto (risulterà piuttosto molle). Con il resto della frolla fare delle strisce lunghe 2 cm e disporle a griglia sul dolce, in modo da ottenere dei rombi nei quali il ripieno sia scoperto.

Cuocere in formo preriscaldato per a 180 gradi per circa 50 minuti (il ripieno dovrà completamente asciugarsi e rassodarsi e la pasta frolla dovrà essere bionda).

A fine cottura, spolverizzare a piacere con lo zucchero a velo

La pastiera napoletana fatta in casa è ora pronta per fare bella figura sulla vostra tavola.

Consigli utili e varianti

Quella descritta in precedenza è la ricetta partenopea classica della pastiera napoletana ma ci sono anche varianti e consigli utili, vediamoli in rassegna. 

Attenzione con l’aroma ai fiori d’arancio, ne basta veramente poca per dare un buon profumo e un buon sapore, non esagerate altrimenti potrebbe coprire tutti i sapori. Si può aggiungere anche un aroma diverso come ad esempio qualche goccia di aroma millefiori, oppure pochi grammi di cannella, così da rendere molto profumata la pastiera napoletana. Fate riposare la pastiera in un luogo asciutto fresco e lontano da fonti di calore. Volendo potete congelare la pastiera in freezer.

In base ai vostri gusti potete inserire all’interno della pastiera anche i canditi, la ricetta classica li prevede come elemento necessario (solitamente i pezzi di cedro canditi), l’inserimento di questo alimento è però a vostra discrezione. 

Come da tradizione non si fa mai una sola pastiera napoletana, ma se ne fanno più di una. L’usanza è quella di portarla come regalo per amici e parenti. Procurati quindi un vassoio per dolci riciclabile, della carta trasparente per incartare la pastiera e dei nastri colorati per chiudere la carta e fare dei fiocchi. Sarà un regalo sicuramente apprezzato durante le festività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *