Vai al contenuto

La perforazione delle orecchie nelle usanze tribali

perforazione orecchie

Avete mai fatto un piercing all’orecchio? Vi piacerebbe? Certo, oggi le mode e i significati del piercing all’orecchio sono cambiati; le usanze si sono adattate alla globalizzazione e ai contatti culturali tra le persone. Tuttavia, questa tradizione antica è rimasta fino ai nostri giorni e ha tutta una serie di significati che a volte sconosciamo. Vediamo assieme quali significati nasconde il piercing all’orecchio.

Una pratica ancestrale nelle usanze tribali

La perforazione delle orecchie ha una lunga storia nelle usanze tribali e culturali in diverse zone del Globo Terreste. E’ una pratica che ha significati simbolici e sociali diversi in funzione delle diverse culture, ed è spesso associata a riti di passaggio, identità culturale e bellezza.

Per riti di passaggio si intende, ad esempio, quello all’età adulta. Nel Borneo, la perforazione delle orecchie simboleggiava la dipendenza del figlio dai suoi genitori: la madre perforava un orecchio e il padre perforava l’altro. Con questo il rito era formalizzato.

Alcune culture tribali che praticavano la perforazione delle orecchie erano gli Aztechi, i Maya, gli Inca, i Berberi, i Masai. Il rito è ancora comune ai giorni nostri nella maggior parte delle culture tribali, anche se adattato ai nostri tempi e ai nuovi materiali a disposizione.

Diverse culture tribali che utilizzano la perforazione delle orecchie come segno identitario

Ci limitiamo ad indicare di seguito alcune culture tribali che usano la perforazione delle orecchie come rito simbolico o d’identità. Ce ne sono moltissime. Se voi avete conosciuto personalmente qualcun’altra, segnalatela e aggiorneremo l’articolo.

Tribù africane

In molte tribù africane, la perforazione delle orecchie è una tradizione antica. Le orecchie forate possono essere considerate segni di maturità, bellezza, status sociale o appartenenza. In funzione della tribù, vengono utilizzati diversi materiali per i gioielli, come legno, osso, pietra, perle e metalli.

Tribù indigene delle Americhe

In alcune tribù indigene delle Americhe, la perforazione delle orecchie è una pratica comune e ha spesso significati rituali o spirituali. I gioielli indossati possono variare tra piume, conchiglie, semi o perline.

Tribù asiatiche

Anche in diverse tribù asiatiche la perforazione delle orecchie è una tradizione radicata. Ad esempio, in India è comune tra le donne indossare gioielli come gli “huggies” o gli “anklets” (orecchini attorno all’orecchio) fin dalla tenera età.

huggies
huggies

Tribù aborigene

Anche alcune tribù aborigene in Australia hanno praticato la perforazione delle orecchie per secoli. Gli orecchini tradizionali aborigeni spesso rappresentano simboli culturali e spirituali.

orecchini aborigeni
orecchini aborigeni

Tribù indigene dell’Artico

Nelle regioni artiche, alcune tribù indigene hanno tradizioni di perforazione delle orecchie con oggetti come ossa di animali o avorio.

La perforazione dell’orecchio ai giorni nostri

In generale, ai nostri giorni il foro nell’orecchio è molto comune, e spesso non ha alcun significato preciso, se non quello della bellezza. Il foro nel lobo è il più comune e il più neutro, mentre i fori nella cartilagine sono più alternativi e creativi e si chiamano piercing. Spesso hanno altri significati non solo legati all’estetica.

Alcuni significati del piercing all’orecchio

Alcune persone scelgono di forare parti specifiche dell’orecchio per esprimere la loro personalità o il loro stile. Ad esempio, il piercing al trago, che è la parte sporgente davanti al canale uditivo, può indicare una persona indipendente e originale. Il piercing all’industrial, che è una barra che attraversa due fori nella parte superiore dell’orecchio, può indicare una persona ribelle e anticonformista. Il piercing alla conchiglia, che è un foro nella parte interna dell’orecchio, può indicare una persona spirituale e sensibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *