Vai al contenuto

Posate sempre nuove, come pulirle e trattarle

pulire le posate

Quali posate utilizzate regolarmente? In acciaio? In materiale ecologico? Le posate della nonna? Sicuramente utilizzate modelli contemporanei e facili da pulire. Tuttavia, ogni tanto ci vuole lo strappo: un’apericena, un pranzo per festeggiare un evento importante, un’occasione speciale. Le posate sono importanti per caratterizzare la vostra tavola. Apporteranno personalità e creatività alle vostre pietanze!

Le posate come simboli culturali

Le posate sono oggetti che si usano per mangiare ogni giorno o per servire i pasti, ma possono anche diventare dei simboli o delle metafore. Ad esempio, le posate possono rappresentare la cultura, la convivialità, la raffinatezza, la curiosità, la diversità o la trasformazione. I materiali con cui possono essere fatte le posate sono molto diversi, come: l’acciaio, l’argento, il legno o la plastica. Il materiale influisce sulla qualità, sulla resistenza e sull’estetica delle posate. Inoltre, determina anche il modo in cui le posate vanno pulite e conservate.

le osate al centro
le posate al centro

I modelli delle posate

Le posate hanno anche dei modelli o dei disegni che ne caratterizzano lo stile e la forma. Alcuni dei modelli più famosi sono il rattail, il greco, il violino, il dubarry, la pergamena e il modello del re.

Dubarry
modello di posate dubarry

Come si puliscono le posate?

Per pulire le posate dovrete badare al materiale e alla tipologia di articoli che dovrete trattare. Vediamo quali sono i più comuni:

Le posate in acciaio si puliscono con bicarbonato

Per pulire le posate in acciaio, potete usare il bicarbonato o l’aceto bianco, che sono dei prodotti naturali e non aggressivi. Basta mettere le posate in una pentola con acqua bollente e uno di questi ingredienti, lasciarle in ammollo per 10-15 minuti, sciacquarle e asciugarle con un panno morbido. Se ci sono delle macchie ostinate, potete usare il succo di limone per strofinarle. Vedrete come luccicano!

Le posate in argento si puliscono con il sale grosso

Per pulire le posate in argento, potete sfruttare la reazione tra il sale grosso e l’alluminio, che fa staccare l’ossido dall’argento. Dovete ricoprire un recipiente con della carta alluminio, versarci del sale grosso e delle posate in argento, e poi aggiungere dell’acqua bollente. Lasciate agire per una mezz’ora, poi sciacquate e asciugate le posate. Potete anche usare l’acqua di cottura delle patate, il dentifricio o la cenere per lucidare le posate in argento.

Per approfondire:

Come pulire l’argenteria e come conservarla: metodi infallibili

News dal mondo sull’uso delle posate. Lo sapevate che…

Per conservare le posate più a lungo

Per conservare le posate nel modo migliore, dovete evitare di lasciarle sporche o bagnate dopo averle usate, perché potrebbero ossidarsi o macchiarsi. Dovete anche evitare di usare detergenti troppo forti o abrasivi, che potrebbero graffiare o rovinarle. Infine, dovete riporle in un luogo asciutto e protetto dalla luce. Vita lunga alle vostre posate!

la forchetta
la forchetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *