Vai al contenuto

Pulire le ante della cucina: dal legno all’inox, consigli utili

Pulire le ante della cucina in legno

Le ante della cucina in legno sono particolarmente delicate, soprattutto perché l’acqua, che può colare dal lavello (ad esempio mentre laviamo i piatti) è deleteria per il legno.

I ristagni d’acqua infatti lo danneggiano. Asciugate sempre la vostra cucina con un pannetto asciutto.

Quanto alla pulizia, assolutamente NO ad acetone, alcol ed ammoniaca.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO¡

Sì invece a sapone per piatti comune, o un detergente delicato (anche se sarebbe meglio usare solo uno straccetto umido imbevuto d’acqua e nulla più).

La cucina dovrebbe inoltre non essere esposta ai raggi diretti del sole, perché il legno tende a scolorirsi con l’azione dei raggi solari.

Inoltre, un trucco per evitare che si formi vapore acqueo durante l’uso dei fornelli, che potrebbe danneggiare il legno, è accendere la cappa.

Pulire le ante in laminato

Per la pulizia di ante in laminato non vanno usati materiali abrasivi quali pannetti e simili, ma è consigliato l’uso di un panno in microfibra e un prodotto detergente per laminato.

In assenza del prodotto specifico, del comune sapone per piatti diluito in una bacinella d’acqua va più che bene. Dopo avere insaponato la superficie usate un panno pulito imbevuto d’acqua per risciacquare.

Da leggere: Pulire piano cottura e fornelli alla perfezione | trucchi e consigli

Pulire le ante laccate

Come per le ante in laminato, anche per le ante laccate vanno evitati materiali abrasivi e detergenti aggressivi. Insaponate le ante usando la stessa procedura di quelle in laminato, poi tamponate asciugando con un panno asciutto.

Pulire le ante in acciaio inox

Continua dopo gli annunci...

Le superfici in acciaio Inox hanno tutte una buona resistenza ai prodotti chimici di uso domestico (si pensi agli anticalcare e disincrostanti che usiamo sui piani cottura e sul lavandino).

Se vi è sporco ostinato sulle ante, prima usando un nebulizzatore nebulizzate la superficie con una soluzione di acqua e aceto, o acqua e prodotti disincrostanti. Lasciarlo agire, poi con una spugna morbida rimuovere lo sporco, una volta che si sarà staccato.

Ricordatevi di non sfregare o cercare di togliere le incrostazioni subito, o finirete per graffiare le ante.

Dopo aver rimosso le incrostazioni, risciacquate con acqua tiepida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *