Vai al contenuto

Pulizie di casa: gli errori che la rendono più sporca di prima (e che sicuramente fai anche tu!)

errori nel pulire

Passi ore e ora a pulire casa, ma ti rendi che a volte è più sporca di prima? Forse è perché sbagli qualcosa, ma sta tranquilla, si tratta di errori nel pulire comuni che chiunque può commettere, ecco quali sono.

Problemi di polvere e non solo

La polvere è il primo e più grande nemico della pulizia della casa, purtroppo però moltissime persone non sanno come affrontarla al meglio e si lasciano scappare alcuni errori che rendono vano tutto il lavoro di pulizia della casa. Uno su tutti riguarda il verso di pulizia delle singole stanze, molte persone iniziano spazzando il pavimento, tuttavia questo può rendersi inutile in quanto dopo aver pulito i mobili e le altre superfici, la polvere e la sporcizia finiscono di nuovo a terra. Il trucco per evitarlo è molto semplice, ovvero effettuare le pulizie dall’alto verso il basso. Il classico spolverino non cattura e imprigiona la polvere come vogliono farci credere, in realtà la sposta e la posa sulle altre superfici, in pratica è praticamente inutile. Meglio usare un panno in microfibra spruzzato leggermente con un prodotto adeguato.

La maggior parte delle persone utilizza l’aspirapolvere nel modo sbagliato, ovvero non lo pulisce a fondo dopo ogni utilizzo. Bisogna ripulire i filtri interni, questo si rende indispensabile anche per il corretto funzionamento del dispositivo, inoltre, una volta svuotato il contenitore di raccolta della sporcizia, questo dovrebbe accuratamente lavato, così come i tubi e i connettori di raccolta.

La pulizia del bagno e della cucina

Parliamo ora di un oggetto di uso comune nel bagno, ma che pochi puliscono nel modo corretto: lo scopettino del water. Tutti, o quasi, una volta pulita la tazza, immettono lo scopettino nel suo contenitore ancora grondante di acqua, questo non fa altro che trasportare i germi da un posto all’altro, favorendo la loro crescita. Il modo corretto dovrebbe essere quello di lavare lo scopettino e lasciarlo asciugare alla perfezione prima di riporlo.

Il lavandino della cucina viene spesso trascurato, tuttavia si tratta di un dei posti dove lo sporco e i germi hanno la possibilità di proliferare. Per evitarlo, puliscilo spesso e, almeno una volta a settimana, lavalo utilizzando il bicarbonato di sodio.

Il tagliere deve essere lavato in un modo tutto suo, non basta usare acqua e detersivo in quanto questi prodotto non consentono ai residui alimentari di essere rimossi, questi restano intrappolati all’interno dei tagli del coltello. Usare la lavastoviglie potrebbe scioglierli a causa del calore, nel caso in cui fossero di plastica. Per ottenere un buon risultato, immergi il tagliere in una soluzione di acqua e perossido di idrogeno. La lavastoviglie è un elettrodomestico estremamente utile, tuttavia non tutti gli utensili da cucina possono essere lavati in questo modo. Ci sono strumenti come le grattugie o lo spremiaglio che hanno dei piccolissimi forellini dove i residui di cibo possono incastrarsi e non essere eliminati durante il lavaggio. Il rimedio è lavarli a mano prestando particolare attenzione agli angoli e alle zone nascoste.

Altri consigli

Non utilizzare mai lo stesso panno per pulire tutte le stanze, così facendo non farai altro che spostare la polvere e lo sporco da una stanza all’altra senza mai riuscire a pulire veramente. Il consiglio è di stabilire un panno in microfibra per ogni stanza e lavarlo regolarmente per evitare accumuli di sporcizia. Quando utilizzi il secchio con l’acqua, assicurati di cambiarla con regolarità. Pulire con acqua sporca comporterà solamente un trasporto di sporcizia da una parte all’altra della casa. In ultimo, cerca di non spruzzare i prodotti per la pulizia direttamente sulle superfici da pulire, ma spruzza su un panno, in questo modo eviterai accumuli inutili di prodotto che ungeranno la superficie e rischiano di creare accumuli di polvere e sporco.

2 commenti su “Pulizie di casa: gli errori che la rendono più sporca di prima (e che sicuramente fai anche tu!)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *