Vai al contenuto

Sai dove si trovano i tre deserti d’Italia?

deserti d'italia

Vi piace viaggiare? Siete curiosi di scoprire nuove destinazioni? Oggi vi proponiamo alcune curiose, che si trovano nel nostro Paese. Se vi parliamo del deserto, la vostra mente va al Sahara, forse? Niente di così esotico o lontano. Se vi piacciono i deserti, nel nostro Paese ce ne sono 3 davvero da favola! Scopriamoli insieme!

I tre deserti d’Italia: Sardegna, Toscana e Lazio

Pronti a viaggiare? Mettetevi comodi perché parte il nostro viaggio: I tre deserti d’Italia che vi presentiamo oggi sono zone di sabbia o di argilla che si trovano in Sardegna, Toscana e Lazio. Sono di piccole dimensioni, ma molto suggestivi e ricchi di biodiversità.

Deserto di Piscina (Sardegna)

Il deserto di Piscinas, noto anche come  ‘Il piccolo Sahara italiano’ si trova nel comune di Arbus, nella Sardegna sud ovest. È il più grande deserto naturale d’Europa, con una superficie di 1,5 chilometri quadrati. Ha delle dune alte fino a 100 metri che si estendono fino al mare azzurro della spiaggia di Piscinas. È un’area protetta e ospita diverse specie animali e vegetali, tra cui le tartarughe marine eginepro e ulivo.

La zona delle dune ha percorsi di trekking e c’è un bel campeggio dove dormire.

piscinas sardegna
piscinas sardegna

Il Deserto di Accona (Toscana)

Il Deserto di Accona si trova a ridosso delle Crete Senesi nella provincia di Siena, nella Toscana centrale. È una zona di argilla arida e friabile, con una superficie di circa 50 chilometri quadrati. Considerate le ‘badlands’ italian, la distesa si estende fra Asciano, Montalcino e Buonconvento. Ha delle colline tondeggianti chiamate “biancane” che cambiano colore secondo l’intensità della luce del sole. È un’area di grande interesse storico e culturale, con numerosi borghi medievali e pievi romaniche.

deserto di accona
deserto di accona

Le dune di Capocotta (Lazio)

Le dune di Castelporziano (nella spiaggia di Capocotta) si trovano nel comune di Roma, nel Lazio centrale, fra Torvaianica e Castelporziano, sulla litoranea Ostia-Anzio. Sono le ultime testimonianze delle antiche dune che caratterizzavano il litorale romano prima dell’urbanizzazione. Hanno una superficie di circa 4 chilometri quadrati e sono alte più di 10 metri. Nel 1996 sono diventate parte della  Riserva Naturale Statale Litorale Romano: qui potrete vedere flora e fauna allo stato selvaggio.

La spiaggia include anche un’oasi naturista ed è un punto di riferimento della comunità Lgbt.

dune di capocotta
dune di capocotta

Altri deserti in Italia

A differenza di paesi come gli Stati Uniti, ci sono poche zone ampie e abbastanza desolate in Italia, anche se non possiamo parlare esattamente di deserti. Più che altro deserti verdi. Ma vale assolutamente la pena di visitarle. Ad esempio,  Campo Imperatore, l’altopiano abruzzese ai piedi del Gran Sasso, una immensa distesa verde percorsa da millenni dai pastori con le loro greggi. Una notte qui non è tanto diversa, quanto a emozioni, rispetto a quelle che puoi passare nel Sahara.


Poi c’è anche la piana di Castelluccio di Norcia, uno spettacolo inebriante, con la particolarità che al verde si aggiungono i colori stratificati delle varie coltivazioni di fiori: il massimo è in giugno e luglio, quando c’è la fioritura delle lenticchie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *