Vai al contenuto

Sconfiggere i tumori grazie ai pipistrelli? La scoperta

sconfiggere tumore

La lotta contro il cancro è inarrestabile, nonostante le tante battute di arresto si cerca sempre una strada alternativa per contrastare la formazione di tumori. Oggi c’è una svolta, ecco di cosa si tratta!

Lo studio sui pipistrelli

Non si smette mai di fare nuove scoperte e questo riguarda anche le lotte ai tumori che si svolgono in ogni parte del mondo. È di pochi giorni fa la notizia che sta per essere pubblicato uno studio sui pipistrelli che potrebbe essere una vera svolta in questa infinita lotta. Non si tratta di una novità assoluta, già in passato si pensava che studiare i pipistrelli in modo approfondito potesse essere la risposta a tante domande sulla formazione e sulla gestione dei tumori da parte dell’organismo. Lo studio mostra come la rapida evoluzione dei pipistrelli sia il motivo della loro straordinaria capacità di essere portatori di infezioni senza però sviluppare la malattia in questione, inoltre ci sono tassi tumorali estremamente bassi tra i pipistrelli.

I chirotteri, comunemente conosciuti come pipistrelli, rappresentano la speranza di tutti gli studiosi in cerca di cure contro il cancro. Si tratta di mammiferi secondi solo ai roditori peer quanto riguarda il loro numero e hanno la capacità di volare e una straordinaria lunga vita, infatti può arrivare ai 30 anni senza alcun problema. Inoltre hanno un sistema immunitario incredibile e bassissimi tassi di tumori. Per zoologi, virologi e biologi, sono animali estremamente interessanti e soggetti di moltissimi studi, questo perché è importantissimo riuscire a capire come facciano a resistere così bene alle infezioni, questo è vitale per prevenire epidemie, i salti virali e per cercare di assimilare questa peculiarità a favore dell’uomo.

I risultati e le scoperte dei ricercatori

Lo studio ha visto due specie di pipistrelli come protagoniste, si è trattato di campioni di pipistrello della frutta giamaicano e pipistrello baffuto mesoamericano. Sono state effettuate analisi genomiche comparative complete con altri pipistrelli e mammiferi. I risultati sono stati entusiastici per gli addetti ai lavori, ma quali sono stati? I pipistrelli sono dotati di alcuni adattamenti genetici nelle proteine responsabili della riparazione del Dna e anche della soppressione del cancro. Un’altra scoperta interessante riguarda la presenza di geni alterati correlati al cancro in numero doppio e più rispetto agli altri mammiferi.

In pratica, i pipistrelli hanno la capacità di tenere sotto controllo gli errori di replicazione cellulare, ovvero la base della maggior parte delle forme tumorali. Tirando le somme si può tranquillamente affermare che i pipistrelli potrebbero avere la risposta, se non alla cura, alla prevenzione di tantissime tipologie di tumori. Ovviamente la strada da percorrere è estremamente lunga e richiederà anni di studi e sperimentazioni. Tuttavia, la scienza ci ha abituati a cambi di passo molto importanti e non è detto che nei prossimi anni non si verifichi un “miracolo” della scienza che ci faccia allontanare lo spettro del cancro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *