Vai al contenuto

Se ami le unghie lunghe, rimarrai sconvolta nel sapere cosa c’è sotto (toglile subito)!

cosa c’è sotto le unghie

Ormai la nail-art è diventata un vero must: ogni donna ama tenere le unghie ben curate e con i più svariati design.

Da quelle lunghe, lunghissime e dai design bizzarri, a quelle medio- corte e chic molto più low-profile, per coloro che preferiscono non essere troppo appariscenti.

Ma la nail-art è un vero e proprio ricettacolo di batteri. Lo sapevate?

Le unghie: un veicolo di agenti patogeni

Le unghie sono un ricettacolo di agenti patogeni, quando sono lunghe. I microorganismi di annidano sotto di esse e per quanto possiamo cercare di lavarle a fondo, pulirle e spazzolarle, i batteri si annidano costantemente sotto l’unghia, che “raccoglie” lo sporco in giro, vista la sua lunghezza.

Secondo un’analisi dell’American University, che ha condotto uno studio specifico su unghie lunghe naturali, acriliche, in gel e artificiali, le unghie lunghe sarebbero un pericolo per la salute.

Di qualunque tipologia di unghia si tratti, infatti, più è lunga, più aumentano le possibilità che vi si annidino virus, batteri, polvere.

In particolar modo, il batterio Stafilococco, che tra tutti è quello più resistente (e quindi anche lavando religiosamente le mani, non va via).

Da leggere: Smalto rinforzante: come usarlo per avere unghie forti e sane

Le ricerche delle università americane

Anche un’altra ricerca americana precedente aveva già evidenziato come le unghie siano un ricettacolo batterico.

La colpa? Sarebbe della cheratina, che protegge i parassiti dall’acqua rendendo così del tutto inutile anche l’azione di lavarsi le mani frequentemente. Anzi, forse è anche più deleteria, poiché l’umidità favorisce il proliferare di funghi e batteri.

E non solo: il nostro corpo emana calore, che favorisce la moltiplicazione di batteri, virus e funghi che col caldo trovano le condizioni ideali per poter attecchire.

E quindi, come comportarsi?

Penso abbiate già intuito quale sia la soluzione più adatta: purtroppo, se vogliamo evitare i batteri, meglio optare per delle unghie corte. Forse meno belle esteticamente, ma certamente più salutari.

Da leggere: Capelli e unghie fragili? Ecco gli alimenti da includere nella tua dieta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *