Vai al contenuto

Topper sì o topper no? Ci aiuta davvero a dormire meglio?

Avete mai visto il programma 4 hotel, con il chef stellato Bruno Barbieri? 4 albergatori che gestiscono strutture con caratteristiche simili si sfidano in una gara al relax e al comfort. A giudicare, gli stessi protagonisti, che non possono votare se stessi e il chef Barbieri, i cui voti sono segreti, ma decisivi. Ebbene, sapete qual è uno degli elementi fondamentali per ritenere un letto riposante? Il topper! Da non credere. Ma per Barbieri è così. Un letto senza topper non è perfetto. E voi? Usate il topper? Ma poi, sapete cosa è il topper e quando si usa? No? Ve lo raccontiamo noi in questo post.

topper letto
topper letto

Il topper, una via di mezzo tra materassino e coprimaterasso

Un topper è un materassino sottile che si mette sopra il materasso per renderlo più morbido e confortevole. Può avere diversi spessori, materiali e funzioni, in virtù delle esigenze e delle preferenze di chi lo usa. Il topper può aiutare a migliorare la qualità del sonno, a proteggere il materasso da macchie e polvere, a ridurre i punti di pressione sul corpo e a regolare la temperatura. Inoltre, può essere lavato facilmente e cambiato periodicamente, per garantire una maggiore igiene e freschezza. Questo strumento è molto diffuso nei paesi del Nord Europa, ma sta diventando sempre più popolare anche in Italia, grazie alla pubblicità.

I topper ortopedici

Ci sono anche dei topper ortopedici e specifici per chi ha alcune necessità, ovvero dei veri e propri dispositivi medici che sono stati ideati appositamente per fornire un supporto all’apparato scheletrico, soprattutto nei soggetti che, da questo punto di vista, presentano alcuni punti deboli e devono fare attenzione anche durante il riposo notturno.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO¡

Le varietà di topper e quali si adattano di più alle varie esigenze

Continua dopo gli annunci...

Un topper per il letto può essere realizzato in diversi materiali. I modelli in memory foam offrono supporto e adattamento alla forma del corpo, riducendo i punti di pressione. Quelli in lattice sono traspiranti e freschi. Quelli in piuma sono il massimo della morbidezza. Un topper in fibra sintetica, infine, può essere un’opzione ipoallergenica e adatta a chi desidera una soluzione più economica.

Per quanto riguarda lo spessore del topper, l’altezza minima è di 4 centimetri. Quelli da 8 centimetri forniscono maggiore qualità al riposo. Il topper aiuta anche a definire le qualità del materasso: se è troppo morbido, un topper più rigido (per esempio in schiuma o in lattice) dà maggiore supporto. Se è duro, un topper soffice (in memory foam o in piuma) lo renderà più morbido. Se sudate di notte, acquistate un topper realizzato con materiali traspiranti. Se siete sensibili e predisposti alle allergie, optate per materiali resistenti agli allergeni e facilmente lavabili in lavatrice.

materasso topper pg salotti matrimoniale memory pg salotti n2 1067592
materasso topper

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *