Vai al contenuto

Turismo del sonno: andare in vacanza per dormire! Lo avevi mai sentito?

Il turismo del sonno sta diventando la norma, forse a causa della vita frenetica che viviamo e dove il tempo sembra essere diventato un lusso. A differenza di una vacanza classica, il turismo del sonno si concentra su relax e sul recuperare tutte le forze spese durante l’anno. Lo scopo finale di questo genere di turismo è quello di migliorare la qualità del sonno e l’equilibrio mentale e fisico.

Che cos’è il Turismo del Sonno

È il riposo e il sonno di qualità, il fulcro su cui si basa il turismo del sonno. Per ottenere dei risultati bisogna creare un ambiente favorevole al riposo, lontano dalle solite preoccupazioni e dai ritmi stressanti della vita quotidiana. Rigenerarsi tramite il sonno è lo scopo finale del processo, questo viene favorito da diverse pratiche atte a migliorare il rilassamento. Parliamo di corsi di yoga, meditazione, bagni termali, massaggi e altre pratiche rilassanti.

Il turismo del sonno può avere numerosi benefici per la salute e il benessere di un individuo. Recenti studi hanno dimostrato che un sonno di qualità migliora diversi aspetti della vita e alcune funzioni organiche. Il buon sonno può migliorare la memoria, ridurre lo stress, rafforzare il sistema immunitario e contribuire a mantenere il peso forma, oltre a questo, un riposo adeguato è essenziale per la prevenzione di problemi di salute a lungo termine, come le malattie cardiache e il diabete.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO¡

Perché ci si riposa meglio altrove?

Continua dopo gli annunci...

Nei resort e negli hotel progettati appositamente per il turismo del sonno, ci si riposa in un modo incredibile e questo non è un caso. I progetti delle strutture sono ideati proprio per favorire queste dinamiche, per lasciare fuori tutti problemi e per svuotare la mente. Inoltre, i benefici di queste strutture resistono anche nel tempo. Oltre al rilassamento derivato dagli ambienti e delle pratiche effettuate, in questi posti si impara a seguire una sleep routine. Questo si rende indispensabile per mantenere il ritmo acquisito nei resort: si tratta di pratiche semplici come una doccia all’eucalipto o un sonnellino di appena 20 minuti. Il pisolino non deve essere inferiore ai 10 minuti, ma neanche superare i 30, inoltre c’è bisogno di un luogo tranquillo e silenzioso.

Non tutte le destinazioni sono uguali, ci sono coloro che prediligono posti come alberghi o resort dove il perno centrale è proprio la cura del sonno, mentre altri preferiscono posti isolati e tranquilli, magari immersi nella natura. Alcune delle mete più gettonate sono Palazzo di Varignana, un resort che si trova sui colli bolognesi. Qui c’è il Deep Sleep Program che prevede un approccio olistico alle problematiche legate alla mancanza di sonno e si propone lo scopo di migliorare il riposo a lungo termine.

Un altro resort si trova in Val d’Orcia e si tratta della Locanda in Tuscany, qui il percorso prevede letti e lenzuola di qualità superiore, introvabili in altri posti, niente metallo, e puoi anche scegliere la tipologia di lenzuola che preferisci. Palazzo Fiuggi invece si trova poco distante dalla Capitale e qui ci si prende cura di corpo e mente in un modo unico. La SPA propone molti trattamenti tra cui l’agopuntura o il detox. Tutto il percorso e i trattamenti sono incentrati sul riposo e il relax. In ultimo, ma non per importanza, ci spostiamo in Sicilia, all’Almar Giardino di Costanza. L’hotel ha diverse proposte e il programma Good Night Sleep prevede tanti trattamenti atti a migliorare la qualità del sonno e le problematiche legate all’insonnia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *