Vai al contenuto

Tutto sulla piastra per i capelli e come usarla senza errori!

piastra

Che tipo di capelli avete? A noi piace parlare di come trattare i capelli perché sono un simbolo di bellezza che cattura all’istante. Spesso, i capelli che non sono ben definiti, richiedono un tocco di piastra, che li rende più uniformi, boccolosi, lisci; ce n’è per tutti i gusti. Voi usate la piastra per i capelli? Quale piastra usate? Oggi vorremmo parlare delle tipologie di piastre in commercio e del loro utilizzo.

Tipologie di piastre in commercio

Alcune delle tipologie più comuni di piastre sono:

Piastra in ceramica, la più diffusa

La piastra in ceramica è adatta a tutti i tipi di capelli. Il materiale ceramico garantisce una distribuzione uniforme del calore e una maggiore protezione dei capelli. Inoltre, la ceramica è resistente e facile da pulire. Alcuni esempi di piastre in ceramica sono la Remington Keratin Therapy Pro S8593 e la ghd Nuova Original Styler.

ghd nuova original Styler
ghd nuova original Styler

Piastra in titanio, ideale per capelli crespi

La piastra in titanio è la più performante e indicata per capelli spessi e crespi. Il titanio è un metallo che raggiunge alte temperature in poco tempo e le mantiene costanti. Inoltre, il titanio è leggero, resistente e antiaderente. Alcuni esempi di piastre in titanio sono la Piastra Per Capelli Professionale e la Remington Piastra per Capelli Lisci

Remington piastra per capelli lisci
Remington piastra per capelli lisci

Piastra in tormalina, per capelli delicati

La piastra in tormalina è la più innovativa e consigliata per capelli fini e delicati. La tormalina è una pietra semi preziosa che emette ioni negativi quando viene riscaldata. Questi ioni neutralizzano l’elettricità statica dei capelli, rendendoli più lucidi e meno crespi. Alcuni esempi di piastre in tormalina sono la Bellissima Imetec Creativity B9 300 e la Remington S9500.

Imetec creativity B9 300
Imetec creativity B9 300

Piastra a vapore, perfetta per capelli secchi

La piastra a vapore è la più idratante e adatta a capelli secchi e danneggiati. Utilizza l’acqua per creare un flusso di vapore che penetra nei capelli, restituendo loro umidità e vitalità. Inoltre, il vapore riduce lo stress termico sui capelli, prevenendo le doppie punte e le rotture. Alcuni esempi di piastre a vapore sono la L’Oréal Professionnel Paris , SteamPod 3.0 e la Bellissima My Pro Imetec Beach Waves Gt20 400.

SteamPod 3.0
SteamPod 3.0

Piastra ondulata, la più versatile

La piastra ondulata è la più versatile e adatta a creare acconciature diverse. Ha delle piastre con una forma ondulata o a zig-zag, che permettono di creare onde, ricci o boccoli sui capelli. Inoltre, la piastra ondulata può essere usata anche per dare volume alla radice o alle punte dei capelli. Alcuni esempi di piastre ondulate sono la Remington S6500 e la ghd Max Styler.

Remington S6500
Remington S6500

Come usare la piastra per i capelli

Per usare una piastra, dovreste seguire alcuni passi e consigli per ottenere una piega perfetta e non rovinare i capelli. Abbiamo praprato un decalogo per avere dei capelli perfetti quando utilizzate la piastra. Seguiteci!

  1. Prima di usare la piastra, assicuratevi che i vostri capelli siano puliti e asciutti. Lavateli con uno shampoo e un balsamo adatti e tamponateli con un asciugamano;
  2. Asciugate i capelli con il phon, aiutandovi con una spazzola per dare una forma definita. Non usate mai la piastra sui capelli bagnati, perché potreste bruciarli;
  3. Usate un prodotto protettivo contro il calore, come una crema, uno spray o un olio. Applicatelo sui capelli umidi o asciutti, distribuendolo bene su tutta la lunghezza;
  4. Scegliete la temperatura adatta al vostro tipo di capello. Se avete i capelli sottili, usate la temperatura più bassa. Se avete i capelli spessi o crespi, potete alzarla un po’. Non superate mai i 200°C;
  5. Dividete i capelli in ciocche sottili e lavoratele una alla volta con la piastra. Iniziate dalle radici e fate scorrere la piastra sulle lunghezze in modo lento e costante;
  6. Evitate di passare la piastra più di due volte per ciocca, per non stressare troppo i capelli. Se volete creare delle onde o dei boccoli, potete ruotare leggermente la piastra mentre la fate scorrere;
  7. Evitate di usare lacche o spume prima di passare la piastra, perché potrebbero appesantire i capelli o creare residui. Usate solo prodotti termoprotettivi;
  8. Evitate di avvicinarvi troppo alla radice dei capelli, perché potreste scottarvi il cuoio capelluto o rendere i capelli troppo piatti. Lasciate almeno un centimetro di distanza;
  9. Aiutatevi con un pettine durante la stiratura, per rendere i capelli più lisci e ordinati. Potete anche usare delle pinze o delle mollette per tenere le ciocche separate;
  10. Una volta terminata la piega, potete applicare un prodotto lucidante o fissante sui capelli, per dare più lucentezza e durata. Usate un po’ di lacca se volete mantenere le onde o i boccoli.

Siete pronte a modellare i vostri capelli? Con la piastra si può!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *