Vai al contenuto

Yao Women: chi sono e perché sono così note

yao women

Il piccolo e pittoresco villaggio di Huangluo Yao si trova ad appena un paio d’ore di macchina dalla città di Guilin, nella parte meridionale della Cina e si espande sulle rive del fiume Jinsha. Si tratta di un luogo che fino al 2002 non era raggiungibile, lo è diventato solo quando il governo cinese ha lanciato un programma di riforma del turismo. Il villaggio è immerso tra le terrazze di riso Longji ed è incastonato in una cornice montuosa unica nel suo genere.

È il popolo dei Red Yao a essere residente in questo caratteristico villaggio di Huangluo Yao, si tratta di una comunità indigena originaria della dinastia Qin. Il termine red è stato aggiunto in seguito al loro nome per identificare i loro abiti colorati di rosso, giacche e camicie, indossati durante le feste e i carnevali. La popolazione è composta da appena 600 persone suddivise in 78 famiglie, il villaggio è ricco di panorami lussureggianti e meravigliosi. La caratteristica principale e più importante di questa particolare popolazione è la lunghissima capigliatura delle donne del villaggio, si tratta di capelli neri come la pece e lunghi alla stregua di Rapunzel.

Per ottenere questa capigliatura c’è una precisa routine di bellezza che tutte le donne del villaggio seguono da anni. Si lavano i capelli quotidianamente con l’acqua del fiume, tuttavia tra il terzo e il quarto giorno della settimana utilizzano una particolare miscela creata con acqua di riso bollita con bucce di pomelo e olio di semi della pianta del tè. In quel giorno particolare, le donne fanno una sorta di shampoo con questo miscuglio per poi pettinare tutta la chioma con un pettine di legno per distribuire la soluzione in modo uniforme. Leggenda narra che sia proprio questa la ragione dei loro capelli sempre perfetti e neri come la notte.

Alcuni aspetti della cultura Yao

Le donne Yao sono conosciute anche per i loro abiti tradizionali che le distinguono, si tratta di abiti colorati e decorati con ricami e dettagli molto particolareggiati. Questi abiti rappresentano una parte fondamentale della loro identità culturale. Ovviamente il loro tratto distintivo è proprio quello dei capelli, questi vengono intrecciati e avvolti intorno alla testa, si tratta di acconciature particolari, elaborate e proprie della loro popolazione, inoltre possono essere decorate con ornamenti tradizionali o anche accessori.

L’agricoltura è tra le caratteristiche distintive di questa popolazione, coltivano infatti riso, tè, mais e altre colture proprie di questa regione. Le diverse sotto-etnie, sparpagliate in diverse aree geografiche, hanno dialetti e lingue differenti. Anche la tradizione musicale è molto radicata nella cultura Yao, ci sono infatti strumenti musicali tradizionali come il lusheng che altro non è che un flauto di canna. Le credenze religiose dei Yao sono spesso influenzate da religioni tradizionali e spiritualità animiste. Queste credenze sono spesso intrecciate con elementi del confucianesimo, taoismo e buddhismo.

Le donne Yao, come altri gruppi etnici, hanno contribuito alla diversità culturale della Cina e delle regioni circostanti. La loro cultura e le loro tradizioni sono preziose e hanno un significato profondo per la loro identità collettiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *