Vai al contenuto

Ritorno al passato: 10 consigli per lavare i piatti a mano, senza sprechi!

L’invenzione della lavastoviglie

Le lavastoviglie sono diventate comuni nell’ultima parte del secolo scorso, a partire dal 1970. Ad inventarla nel 1886 fu una donna, Josephine Cochrane, cosa molto rara per l’epoca. Il primo ad avere fatto un tentativo fu in realtà nell’anno 1850 un uomo, Joel Houghton, ma l’aggeggio era di legno e non funzionò. Oggi le lavastoviglie sono uno strumento regolarmente presente nelle cucine di tutto il mondo.

La scelta ecosostenibile

Tuttavia, oggi esiste una nuova coscienza sul risparmio e sull’importanza di salvaguardare beni di primario interesse, come l’acqua. Ed è così che le persone ritornano sempre di più alla vecchia scelta di lavare i piatti manualmente. Lo fanno perché costa di meno, perché è ecologico e perché è “calory free”. Tuttavia, alcuni consigli per lavare i piatti a mano sfruttando l’acqua e risparmiando energie non guasteranno.

10 consigli per lavare i piatti a mano senza sprecare

Continua dopo gli annunci...

1) Mettete tutte le stoviglie in ordine. Impilate i piatti e collocate le posate insieme

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO¡

2) Lavate prima gli elementi meno sporchi. In genere, seguite l’ordine: bicchieri, piatti, posate e, infine, pentole e padelle

3) Utilizzate due spugnette diverse. Una servirà per le stoviglie e l’altra per le pentole e padelle più sporche. Così eviterete di trascinare il grasso delle pentole su coltelli e posate

4) Non occorre utilizzare molto detersivo, se è di buona qualità qualche goccia sarà sufficiente a sciogliere lo sporco.

5) Utilizzate acqua calda, ma non bollente. La pulizia sarà più efficace e l’asciugatura più veloce

6) Non lasciate il rubinetto aperto tutto il tempo. Apritelo solo per sciacquare

7) Utilizzate uno scolapiatti e non dovrete asciugare le stoviglie manualmente

8) Pulite bene l’acquaio per evitare che rimanga sporcizia

9) Ogni tanto pulite i filtri sotto l’acquaio per scongiurare intasamenti

10) Non lasciate i piatti sporchi tutta la notte; se non avete voglia di lavarli a mano, impostate un programma eco nella vostra lavastoviglie.

Ricordate che quasi 3,5 milioni di italiani non hanno la garanzia di potere aprire il rubinetto ogni giorno. Evitate di sprecare una risorsa tanto preziosa, lasciando scorrere l’acqua mentre lavate i piatti. Potreste sprecarne 100 litri senza accorgervene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *